A testa alta Giuseppe, operatore in sala scommesse, racconta la sua storia.

“Sono Giuseppe, operatore di una sala scommesse Goldbet a Caltanissetta, volevo spiegare un po’ come funziona il nostro lavoro e cosa ci ha permesso di fare fino ad oggi. Lavoro su questo settore da diverso tempo, l’agenzia dove lavoro per me è la seconda casa, le persone che entrano oltre ad essere clienti per noi sono prima di tutto amici, persone vengono a trovarti anche solo per prendere un caffè e scambiare due chiacchiere, persone che si ritrovano con altri amici parlando di calcio e di tante altre cose anche senza giocarsi un euro, persone con cui abbiamo costruito un buon rapporto e che confidano molto in noi. Ho solamente 25 anni e ad oggi il mio lavoro mi ha permesso di vivere sempre dignitosamente, con una messa a regola e una buona busta paga e si sa che al giorno d’oggi non è facile trovare un’occupazione. Mi ha permesso di crearmi una famiglia, sposarmi e comprare casa. Noi abbiamo bisogno di lavorare, abbiamo bisogno del nostro lavoro e sopratutto abbiamo bisogno di vivere. Possiamo garantire sicurezza per le norme anti-Covid e tanta professionalità”.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma-Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome