Ancora un gesto di solidarietà dal mondo del gioco. L’azienda NetWin Italia s.p.a., concessionaria di Stato per il gioco lecito, che ha donato 10mila mascherine alla Protezione civile della Bassa Romagna. Le mascherine, lavabili e in tessuto non tessuto (Tnt), saranno utilizzate dai volontari nel corso delle loro attività quotidiane.

I fratelli Monica, Davide e Bruno Ricci Bitti, lughesi e rispettivamente presidente, amministratore delegato e consigliere della società che opera con sedi e controparti in tutta Italia, hanno così voluto dare il proprio contributo alla comunità della Bassa Romagna.

“Mascherine, prodotti alimentari, contributi economici: siamo davvero commossi nel vedere la solidarietà che la comunità lughese sta dimostrando in queste settimane – dichiara il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. Quest’ultima donazione di mascherine andrà ad aiutare i nostri volontari della Protezione civile nelle loro attività quotidiane, che li vedono in prima linea nel sostegno alle persone in difficoltà. Ringrazio NetWin e i suoi titolari per questo aiuto, è bello vedere come un’azienda che ha sedi in tutta Italia si ricordi del suo territorio nei momenti di difficoltà”.

“Ringrazio a nome di tutti i santagatesi la NetWin Italia Spa e la famiglia Ricci Bitti – aggiunge il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani -. L’azienda, che ha sede a Sant’Agata, ha dimostrato grande attenzione a tutto il territorio in questo momento di bisogno, donando un prezioso aiuto a supporto della Protezione civile della Bassa Romagna”.

“Pensiamo che per risollevarci da questa emergenza ci sia bisogno dell’aiuto di tutti – spiega Giovanni Bertoni, vice presidente NetWin -. In un momento così complicato per tutto il nostro Paese abbiamo voluto fare la nostra parte con questa donazione di mascherine che serviranno ai volontari della Protezione civile per svolgere in sicurezza le preziose attività a cui sono chiamati ogni giorno. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti i volontari che in questo momento di difficoltà hanno deciso di donare il proprio tempo alla comunità e a chi ha bisogno”.