L’inchiesta, guidata dal comitato Digital, Cultura, Media e Sport, esaminerà lo sviluppo di tecnologie immersive come la realtà virtuale e aumentata e il potenziale impatto che queste potrebbero avere nel mondo dello sport, dell’intrattenimento e delle notizie. L’inchiesta analizzerà anche il modo in cui la dipendenza di alcune tecnologie può influire sul coinvolgimento degli utenti nei confronti dei giochi e dei social media, in particolare tra i giovani.

Esiste una chiara interazione tra tecnologie immersive e dati individuali. L’indagine Immersive and Addictive Technologies analizzerà i potenziali impatti di questa interazione ed esaminerà gli sforzi del governo per fornire la necessaria politica, infrastruttura e regolamentazione e tenere il passo con la crescente digitalizzazione e la “gamificazione” delle vite delle persone.

Secondo il “Communications Market Report” di Ofcom, le persone nel Regno Unito controllano il proprio smartphone ogni 12 minuti e una persona su cinque trascorre più di 40 ore alla settimana online.

La spesa per i giochi nel Regno Unito ha raggiunto il record di 5,11 miliardi di sterline nel 2017, in crescita del 12,4% rispetto all’anno precedente, mentre l’industria degli eSports (videogiochi competitivi) è in piena espansione con partite multiplayer guardate dagli spettatori online o di persona.

Secondo la British eSports Association, entro il 2020, i ricavi globali di eSports dovrebbero raggiungere £ 1 miliardo, con un pubblico mondiale di circa 600 milioni di telespettatori.

Commenta su Facebook