Fabio Massimo Molinari, Direttore Commerciale di Vermantia, ha rilasciato in questi giorni una intervista dove parla dei cambiamenti normativi che interesseranno l’ippica italiana a partire da queste estate.

Per anni, gli operatori italiani che offrono scommesse sulle corse di cavalli sono stati limitati ad offrire uno specifico programma di corse, noto come il Palinsesto Complementare. Si tratta di un palinsesto supervisionato dal regolatore italiano a cui spetta l’approvazione degli eventi.

A breve queste restrizioni dovrebbero essere rimosse aprendo ad un nuovo target di clienti.

Fabio Molinari, direttore commerciale di Vermantia in Italia, ha commentato a EGR Compliance i cambiamenti che potranno arrivare e che potrebbero aprire nuovi mercati per gli scommettitori italiani.

“Grazie al recente annuncio dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli gli appassionati di ippica sono pronti per un’estate entusiasmante. Per molti anni il regolatore ha rafforzato le politiche protezionistiche per salvaguardare i ricavi intorno alle corse. Rigide regole hanno assicurato un focus su un programma di eventi italiani e un numero limitato di eventi internazionali attraverso il programma nazionale delle corse. A luglio, per la prima volta nella storia italiana, non ci saranno più restrizioni sui contenuti dall’estero” ha spiegato Molinari. “Questo trasformerà il modo in cui gli scommettitori italiani si approcciano alle corse dei cavalli globali. Mentre in precedenza qualsiasi evento internazionale trasmesso dai bookmaker italiani doveva conformarsi alle fasce orarie stabilite dal Palinesto Nazionale, i clienti potranno presto godersi il meglio delle corse dal vivo di tutto il mondo in qualsiasi momento della giornata.
“Non solo è un’ottima notizia per il consumatore che desidera scommettere su corse da tutto il mondo, ma offre anche un mondo di opportunità per gli stessi bookmaker. La possibilità di espandere la propria offerta oltre gli obiettivi tradizionali potrebbe essere un notevole incentivo all’acquisizione e alla fidelizzazione dei clienti”. Una buona notizia che bilancia gli effetti del divieto sulla pubblicità che entrerà in vigore il 14 luglio. “Qualsiasi restrizione alla promozione può ora essere mitigata dall’espansione dei contenuti che agiscono come uno strumento di marketing. Come abbiamo visto in altri mercati, i dati delle corse live e le immagini provenienti da tutte le piste del mondo suscitano entusiasmo e offrono una nuova esperienza di scommessa”, ha commentato Molinari.

Secondo Molinari “è nell’interesse del governo italiano dare una spinta al mercato – come ogni analista economico potrà dire i mercati prosperano sempre con una regolamentazione più leggera e una maggiore concorrenza. Le politiche protezionistiche non favoriscono mai la crescita del business, e questo rilassamento normativo è senza dubbio il primo passo in avanti per riportare l’Italia al centro del mondo sia per le corse di cavalli italiane, sia per gli stessi circuiti. Questa mossa consentirà un ambiente più competitivo in linea con quello che viene offerto a livello internazionale, oltre a dare la possibilità all’industria italiana di migliorare il proprio gioco”.

Sul perchè ci sia voluto così tanto tempo Molinari ha le idee chiare “E’ la politica. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli conosce bene il mercato ed è uno stakeholder diretto- e senza dubbio vuole il meglio per tutti i soggetti coinvolti. ADM vuole anche dare una reale opportunità al settore per avere un vera e propria rinascita, che richiede tempo.
In Italia devi supporre che con più di 40 circuiti, migliaia di famiglie e lavoratori che dipendono dal settore, le prime azioni di questa “rinascita” siano le più importanti, e dovevano essere fatte bene – senza interrompere un’intera industria” .

5000/5000
Limite di caratteri: 5000
Fabio Massimo Molinari, il nostro Direttore Commerciale parla di EGR Compliance sui cambiamenti normativi che arriveranno all’ippica italiana questa estate, visto che gli scommettitori italiani sembrano beneficiare per la prima volta dell’accesso globale all’ippica.

Per anni, gli operatori italiani che offrono scommesse sulle corse di cavalli sono stati limitati a un determinato programma di corse di cavalli, noto come il Palinsesto Complementare (programma complementare). Questa lista è supervisionata dal regolatore italiano, Agenzia delle Dogane e Monopoli, con scommesse su gare al di fuori del programma strettamente controllate e soggette all’approvazione dell’ADM.

Tuttavia, i regolatori italiani hanno recentemente annunciato un allentamento di queste regole, ponendo fine alle restrizioni sulla trasmissione e sulle scommesse sull’ippica internazionale. Questo cambio di accesso apre le porte a una nuova tranche di clienti per l’Italia che si trova ad affrontare gli operatori appena in tempo per controbilanciare la perdita di entrate derivante dal divieto italiano di pubblicità sul gioco d’azzardo.

Fabio Molinari, direttore commerciale Italia per Vermantia, cammina con EGR Compliance attraverso i cambiamenti e come potrebbero aprire nuovi mercati cruciali per gli scommettitori italiani.

Conformità EGR: cosa comporta il rilassamento del Palinsesto Complementare?

Fabio Molinari (FM): Grazie al recente annuncio da parte delle Dogane e Monopoli d’Italia (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli), gli appassionati di fan italiani sono pronti per un’estate entusiasmante. Per molti anni il regolatore del paese ha rafforzato le politiche protezionistiche per salvaguardare i ricavi attorno alle proprie corse. Rigide regole hanno assicurato un focus su un programma di eventi italiani e un numero limitato di internazionali attraverso il programma nazionale di corse di cavalli, Palinsesto Nazionale. Ma queste sono previste per essere rilassate a luglio per la prima volta nella storia della nazione, senza restrizioni sul controllo dei contenuti dall’estero.

Conformità EGR: cosa significa il rilassamento delle normative per i clienti?

FM: Ciò trasformerà il modo in cui gli scommettitori italiani si impegnano con le corse dei cavalli globali. Mentre in precedenza qualsiasi evento di regata internazionale trasmesso dai bookmaker italiani doveva conformarsi alle fasce orarie stabilite dal Palinesto Nazionale, i clienti potranno presto godersi il meglio delle corse dal vivo di tutto il mondo in qualsiasi momento della giornata – da Santa Anita a California a Ellerslie in Nuova Zelanda – con ogni traccia in mezzo.

Conformità EGR: per operatori e fornitori?

FM: Non solo è un’ottima notizia per il consumatore che desidera scommettere su corse da tutto il mondo, ma offre anche un mondo di opportunità per gli stessi bookmaker. La possibilità di espandere la propria offerta oltre gli obiettivi tradizionali potrebbe essere un notevole incentivo all’acquisizione e alla fidelizzazione dei clienti.
E ‘anche particolarmente opportuna data la messa al bando del governo italiano sulla pubblicità da parte delle società di gioco che entreranno in vigore il 14 luglio. Qualsiasi restrizione alla promozione può ora essere mitigata dall’espansione dei contenuti che agiscono come uno strumento di marketing a sé stante. Come abbiamo visto in altri mercati, i dati delle corse live e le immagini provenienti da tutte le piste del mondo aggiungono entusiasmo e offrono una nuova esperienza di scommesse.

Conformità EGR: quale pensi sia la motivazione alla base della decisione del governo italiano?

FM: Credo che tutto ciò significhi riportare l’Italia sulla mappa. Il processo è iniziato diversi anni fa per rilanciare il valore storico delle corse di cavalli in Italia in termini di scommesse e questo fa parte di questo. È nell’interesse del governo italiano dare una spinta gradita al mercato – come ogni analista economico dirà, i mercati prosperano sempre con una regolamentazione più leggera e una maggiore concorrenza.
Le politiche insulari e protezionistiche non favoriscono mai la crescita del business, e questo rilassamento normativo è senza dubbio il primo passo in avanti per riportare l’Italia al centro del mondo sia per le corse di cavalli italiane, sia per gli stessi circuiti. Questa mossa consentirà un ambiente più competitivo in linea con quello che viene offerto a livello internazionale, oltre a dare la possibilità all’industria italiana di migliorare il proprio gioco.

Conformità EGR: perché pensi che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli abbia impiegato così tanto tempo per prendere questa decisione?

FM: In poche parole, si può dire politica. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli conosce bene il mercato ed è uno stakeholder diretto nei risultati – e senza dubbio vuole il meglio per tutti i soggetti coinvolti. ADM vuole anche dare una reale opportunità al settore di avere un vero e proprio rinascimento, che richiede tempo.
In Italia devi supporre che con più di 40 circuiti, migliaia di famiglie e dipendenti che dipendono dal settore, le prime azioni di questa “rinascita” siano le più importanti, e dovevano essere fatte bene – senza interrompere un’intera industria.

Conformità EGR: vedi il rilassamento abbastanza tempestivo dato che il divieto di pubblicità per il gioco d’azzardo entrerà in vigore questa estate?

FM: Senza dubbio, il divieto di pubblicità e il rilassamento del Complemento di Palensesto sono molto probabilmente correlati. Tuttavia, i motivi potrebbero non essere così chiari a quelli