L’International Betting Integrity Association (IBIA) ha segnalato 61 casi di scommesse sospette alle autorità competenti durante il primo trimestre del 2020. Il totale è superiore del 36% rispetto ai 45 casi del 4° trimestre 2019 e del 65% superiore ai 37 avvisi segnalati nel primo trimestre del 2019. I membri dell’IBIA hanno visto un aumento delle attività di scommesse sospette nella settimana prima della diffusa sospensione dello sport a metà marzo.

Khalid Ali, CEO di IBIA, ha dichiarato: “L’obiettivo principale del settore è quello della disponibilità dei prodotti e della redditività del business in un periodo particolarmente impegnativo per il comparto a livello globale. Detto questo, è importante notare che la vulnerabilità degli sport e delle scommesse alla corruzione rimane un pericolo sempre presente per le finanze degli operatori. IBIA ha visto un aumento delle attività di scommesse sospette durante la settimana che ha portato alla chiusura dello sport a livello mondiale mettendo in evidenza l’opportunità di fenomeni di corruzione.

Sebbene da allora ci sia stata una relativa pausa, ci aspettiamo che la minaccia commerciale aumenti quando lo sport verrà ripristinato e i cataloghi dei prodotti di scommesse torneranno a un livello di normalità. In effetti, è chiaro che i corruttori continuano a operare e cercano di sfruttare la situazione attuale. IBIA continuerà a utilizzare la sua piattaforma di monitoraggio globale unica per proteggere i suoi membri e gli sport dalle frodi in questo momento difficile; integrità del prodotto e fiducia dei consumatori saranno fondamentali per la ripresa del settore”.

Altri dati chiave per il primo trimestre 2020:

44 – Percentuale di allarmi nel primo trimestre su eventi sportivi giocati in Europa (30% in Asia, 11% in Africa, 10% in Sud America e 5% in Nord America)

31 – Numero di allarmi segnalati sul tennis (18 casi per calcio, 5 per basket, 4 per tennis da tavolo e uno ciascuno per pallavolo, cricket e boxe)

15 – Numero di segnalazioni segnalate nella settimana precedente la sospensione diffusa dello sport

11 – La Russia è il paese più alto per segnalazioni

7 – Segnalazioni dopo la diffusa sospensione dello sport a metà marzo

L’International Betting Integrity Association è la principale voce globale sull’integrità per il settore delle scommesse con licenza. È gestita da operatori per operatori, protegge i suoi membri dalla corruzione attraverso azioni collettive. La sua piattaforma di monitoraggio e allarme è uno strumento anticorruzione altamente efficace che rileva e segnala attività sospette sui mercati delle scommesse dei suoi membri. L’associazione ha collaborazioni di lunga data per lo scambio di informazioni con i principali regolatori sportivi e del gioco d’azzardo per utilizzare i suoi dati e perseguire la corruzione. Rappresenta il settore in forum di discussione politica di alto livello come il CIO, le Nazioni Unite, il Consiglio d’Europa e la Commissione europea.

L’associazione pubblica relazioni trimestrali riguardanti gli avvisi di integrità riportati attraverso la sua piattaforma di monitoraggio e avviso che può essere visualizzata qui. IBIA può essere contattata a [email protected]

Nel dettaglio: un totale di 61 allarmi sospetti su sette diversi sport e su 22 paesi diversi sono stati segnalati alle autorità competenti per ulteriori indagini nel primo trimestre 2020.

Il totale è superiore del 36% rispetto ai 45 casi del quarto trimestre 2019 e del 65% superiore ai 37 avvisi segnalati nel primo trimestre 2019.

Tennis e calcio hanno rappresentato 49 allarmi nel primo trimestre, pari all’80% del totale complessivo.

Gli avvisi segnalati sul calcio nel primo trimestre 2020 sono raddoppiati a 18 rispetto ai nove riportati nel quarto trimestre 2019.

Il tennis ha visto 31 allarmi nel primo trimestre 2020, che sono sostanzialmente simili ai 29 casi nel quarto trimestre del 2019, ma rappresentano un aumento dell’82% rispetto ai 17 allarmi di tennis nel primo trimestre del 2019.

La principale società di dati sul mercato del gioco d’azzardo H2 Gambling Capital calcola un rallentamento del mercato globale delle scommesse nel 2020 a causa dell’impatto della crisi COVID-19.

Per il 2020 è attualmente prevista una crescita relativamente piatta per le scommesse sportive e le corse dei cavalli di 73,79 miliardi di dollari (+ 0,57% rispetto al 2019).

Il settore delle scommesse terrestri è il segmento più colpito dalla crisi con un calo previsto del -4,67% per l’anno. Considerando che il settore delle scommesse online dovrebbe registrare una crescita del 6,88% per il 2020, rispetto alla crescita del 10,41% nel 2019.