“Nel 2020, in presenza di disposizioni governative volte al contenimento della pandemia da Covid-19 che hanno portato alla chiusura temporanea degli esercizi da sottoporre a controllo, ADM ha comunque garantito un valido presidio nel settore Giochi e dei tabacchi. In particolare, per il settore Giochi, su 70.531 esercizi censiti, ne sono stati controllati 10.458”. E’ quanto si legge nel Libro Blu 2020 di Adm.

“Indice di presidio nel settore Giochi relativamente agli esercizi che effettuano la Raccolta delle scommesse e/o dotati di apparecchi da divertimento e intrattenimento.

Target 12%

Risultato 14,8%

L’Agenzia ha garantito l’attività di controllo sul divieto di gioco ai minori, anche in cooperazione con le Forze dell’ordine. A tal fine sono stati incrementati i meccanismi idonei ad impedire ai minori di età l’accesso al gioco, quali l’utilizzo della tessera sanitaria.
La sospensione delle attività del gioco pubblico dovuta all’emergenza epidemiologica ha sostanzialmente bloccato la gestione amministrativa delle concessioni sul territorio, considerata l’impossibilità di effettuare controlli per il rilascio dei nulla osta di distribuzione e di esercizio degli apparecchi da intrattenimento, nonché il blocco delle attività di dismissione degli apparecchi. Le attività di indirizzo e coordinamento in materia hanno, pertanto, riguardato l’elaborazione di circolari contenenti indicazioni e direttive per i concessionari. Tale documentazione ha riguardato, in particolare, il rispetto dei livelli di servizio previsti dalla convenzione di concessione, ma ha anche fornito indicazioni operative per la corretta attuazione dell’obbligo di sospensione del gioco. A tal fine, nel periodo di lockdown, sono stati effettuati sul territorio nazionale specifici controlli su tutta la rete dei concessionari, con particolare riferimento alle sale VLT (Video Lottery), per verificare l’effettiva sospensione del gioco e, successivamente, il rispetto delle norme di sicurezza e di prevenzione del contagio da Covid-19.

Nel 2020, come mostrato dai risultati della Tabella V.8, il numero dei controlli a livello nazionale sugli esercizi è diminuito del 70,05 per cento rispetto al 2019. Tale diminuzione è stata condizionata principalmente dal lockdown e dalla chiusura degli esercizi come previsto dal DPCM 8 Marzo 2020 e dal DPCM 11 Marzo 2020″.

Il numero di violazioni riscontrate nel 2020 è nettamente inferiore al 2019, a causa della situazione emergenziale legata alla pandemia da Covid-19. Come emerge dalla Figura V.10 però, il calo delle violazioni penali, riportate nella categoria “Altro” (comprende violazioni penali, persone denunciate all’AG, sequestri penali), risulta essere meno marcato rispetto agli altri indicatori, grazie alla costante attività di controllo e contrasto all’intermediazione che colpisce il gioco a distanza.

L’imposta accertata nel 2020, frutto dell’attività di contrasto all’evasione delle imposte nel settore Giochi, come illustrato nella Figura V.11, fa registrare un aumento dell’81,05 per cento rispetto al 2019. La riduzione del numero di sanzioni irrogate dal 2017 ad oggi è dovuta dal fatto che, la progressiva conoscenza del territorio da parte del personale ADM, ha consentito di diminuire il numero di controlli, ma di aumentarne la qualità e il relativo tasso di positività.

Analizzando i dati territoriali relativi all’imposta accertata nel 2020, si evidenzia un valore nettamente superiore nelle Regioni della Sicilia, Calabria e Lazio. Ciò è da imputarsi ad un’alta incidenza di fenomeni criminosi, circostanza che ha determinato una maggiore positività dell’esito dei controlli. Inoltre, la conoscenza delle sedi legali dei soggetti giuridici sottoposti ad accertamento ha permesso al personale ADM specifici controlli sui soggetti che operano sia all’estero che nel mercato nazionale, facendo registrare performance elevate.

Settore Scommesse – Riepilogo nazionale

Nel 2020, anche il numero dei controlli a livello nazionale sugli esercizi nel settore scommesse ha fatto registrare una diminuzione (-62,72 per cento rispetto al 2019) che, come esposto nel paragrafo precedente, è dovuta alla situazione emergenziale e alla chiusura degli esercizi oltre che alla diminuzione del personale in presenza presso gli Uffici dei Monopoli.

Nel periodo di riferimento 2016-2020 emerge un forte calo delle violazioni penali riscontrate (-77,61 per cento), così come si è ridotto il numero delle persone denunciate all’AG (-85,82 per cento) e il numero delle violazioni amministrative di competenza ADM (-73,80 per cento).

La progressiva diminuzione delle violazioni penali e delle persone denunciate all’Autorità Giudiziaria, deriva, probabilmente, dall’ingresso nell’alveo della legalità di molti punti di vendita.
A livello regionale, si evidenzia il tasso di positività dei controlli registrato nel Lazio dovuto, in larga parte, agli esiti delle attività condotte nell’ambito delle operazioni di controllo predisposte e organizzate dal CoPReGI nel 2020.

L’imposta accertata nel 2020 ha fatto registrare un aumento del 92,07 per cento rispetto al 2019, a conferma dell’andamento crescente dell’attività di contrasto all’evasione delle imposte nel settore delle scommesse, grazie alla maggiore qualità dei controlli e alla costante attività di controllo e contrasto all’intermediazione. Fa eccezione il “picco” nell’imposta accertata nel 2018 dovuto agli esiti di casi di evasione di rilevante entità emersi in quell’anno. Anche le sanzioni tributarie hanno registrato un incremento del 52,65 per cento rispetto al 2019.

Settore AWP – Riepilogo nazionale

L’attività di verifica a livello nazionale sugli esercizi del settore AWP, nel corso del 2020 ha risentito delle limitazioni imposte dalla pandemia e dalla chiusura di tutte le attività di gioco, che hanno portato ad una compressione dei controlli in loco (-73,55 per cento rispetto al 2019). In generale, sono state effettuate attività di controllo per assicurare il rispetto della sospensione della Raccolta di gioco, disposta nel periodo emergenziale, tramite la lettura dei dati degli apparecchi.

Nel periodo 2016 – 2020, si registra un calo di alcune delle tipologie di violazioni riscontrate, come le violazioni amministrative irrogate da ADM (-59,44 per cento) e gli atti di accertamento (-68,72 per cento). Le altre variazioni significative riguardano il numero di misure cautelari (-70,13 per cento) e le persone denunciate all’AG (-48,18 per cento). Al contrario, il numero di sequestri penali risulta per lo più costante nell’arco temporale di riferimento. Nel 2020, il dato ha fatto registrare un incrementato del 38,89 per cento rispetto al 2019, a testimonianza del fatto che il settore delle AWP è caratterizzato da un elevato presidio del terriorio, che comporta anche importanti deleghe di indagine nel settore.

Nel 2020 i controlli nel settore AWP hanno fatto registrare un aumento rispetto al 2019 del 30,22 per cento per l’imposta accertata e del 32,30 per cento per l’importo delle sanzioni amministrative a conferma dell’aumento della qualità dei controlli effettuati da parte del personale ADM.

Attività di contrasto sul divieto di gioco ai minori

Nel periodo di riferimento 2018-2020, emerge un trend negativo delle violazioni accertate e delle sanzioni irrogate da parte del personale ADM. Tuttavia, si segnala che il dato del 2020, se rapportato ai giorni di apertura della rete fisica, è in linea con quello del 2018. Al contrario, si registra un incremento dell’importo delle sanzioni irrogate del 13,66 per cento rispetto al 2019.

Inibizione dei siti web irregolari

Nel periodo 2014-2020, ADM ha condotto una continua e costante attività di inibizione dei siti web irregolari, raggiungendo un totale di 4.628 siti inibiti a fronte di 2.934.617.088 tentativi di accesso. Dal 2020 vengono inibiti, oltre ai siti con offerta di gioco, anche quelli con offerta di tabacchi e liquidi da inalazione contenenti nicotina.

Confrontando i dati del 2020 con quelli del 2019 si rileva un decremento dei siti web inibiti pari al 71,36 per cento (nel 2020 sono stati 297 contro i 1.037 del 2019). Tale dato è in parte attribuibile al crescente utilizzo dei social network come canale di promozione alternativo ai siti web e-commerce per la pubblicazione di contenuti illegali o l’offerta di giochi e prodotti del tabacco, liquidi da inalazione e accessori ai tabacchi da fumo. A tal proposito, sono state inviate comunicazioni formali da parte di ADM ai gestori di tali risorse web per la rimozione dalle reti sociali e dalle piattaforme per il commercio elettronico delle offerte con contenuto illegale pubblicate dai singoli utenti.

Interventi organizzativi e di trasformazione digitale nel settore Giochi

Per rafforzare il presidio delle amministrazioni centrali e locali sul settore del gioco e tutelare la sicurezza e la concorrenza del mercato, ADM ha investito nella digitalizzazione, sviluppando, in collaborazione con il partner tecnologico SOGEI, SMART (Statistiche Monitoraggio e Analisi della Raccolta Territoriale del gioco fisico) un applicativo di supporto al monitoraggio e all’analisi della raccolta territoriale del gioco fisico, nonché, ai sensi dell’articolo 1, comma 569, della Legge 30 Dicembre 2018, n. 145, degli orari di funzionamento degli apparecchi VLT, anche al fine di permettere ai Comuni di monitorare il rispetto delle norme in materia di funzionamento degli apparecchi previsti dall’articolo 110, comma 6, lettera b), del TULPS e di irrogare le relative sanzioni.

Le funzionalità di SMART consentono di:

• conoscere i dati dei volumi di gioco, in forma complessiva e suddivisi per tipologia di gioco, nonché a livello nazionale, provinciale, regionale e comunale, per gli ultimi 3 anni conclusi e, aggiornati all’ultimo bimestre, per l’anno corrente;

• conoscere i dati relativi alla numerosità degli apparecchi e i punti vendita del gioco fisico, divisi per tipologia, a livello nazionale, provinciale, regionale e comunale, per gli ultimi 3 anni conclusi e, secondo l’ultimo aggiornamento disponibile, per l’anno corrente;

• ottenere indici statistici in formato cartografico per mezzo di rappresentazioni a mappe di calore;

• visualizzare su mappa cartografica la distribuzione dell’offerta di gioco fisico differenziata per tipologia (VLT, AWP, Bingo, Scommesse, giochi numerici, lotto e lotterie) e relativa ubicazione degli esercizi e apparecchi, nonché dei dati in elenco soggetti per gli esercizi AWP/VLT e dei dati disponibili in banca dati per sale Bingo e punti scommesse;

• monitorare gli orari di funzionamento degli apparecchi VLT installati sul territorio comunale e la visualizzazione dei dati dell’esercizio per gli esercizi contenenti apparecchi VLT in grado di erogare gioco al di fuori delle fasce di funzionamento indicate.

L’applicativo è disponibile per gli Uffici centrali e territoriali dell’Agenzia, nonché per la Guardia di Finanza, Comuni e Regioni.

Nel 2020 SMART è diventato responsive per tutte le risoluzioni desktop, tablet e smartphone: tramite l’utilizzo di dispositivi mobile, la nuova funzionalità di SMART consente di facilitare ed efficientare l’attività di controllo in loco agli addetti ai lavori al fine di assicurare la corretta applicazione delle leggi da parte degli operatori del settore, garantire la sicurezza della rete di gioco, contrastare il gioco illegale e tutelare il cittadino”.