curcio
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “A noi sembra veramente un eccesso, si è creata questa deriva anche sugli apparecchi da intrattenimento puro che ci sembra sovradimensionata”.

E’ quanto dichiarato a Jamma dal presidente Sapar, Raffaele Curcio, a margine della conferenza stampa di apertura di Enada Primavera 2018 a Rimini sui lavori della Regione Emilia Romagna per il divieto alle ticket redemption.

“C’è necessità di un momento di riflessione anche per le amministrazioni locali, che evidentemente hanno approcciato questo tipo di offerta di gioco in maniera molto superficiale. C’è necessità di una normativa che regoli il comparto, sono anni che l’abbiamo chiesta, però tarda ad arrivare. Come in tutte le cose in cui non c’è regolamentazione si crea abuso. Ovviamente arrivare con delle determinazioni di carattere restrittivo e di divieto sta creando veramente tanto scompiglio perchè non si è inquadrato bene nè il problema, nè la situazione nè le caratteristiche di questi apparecchi. Addirittura ho visto provvedimenti comunali in giro per l’Italia che vietano ai minori di 18 anni l’uso del calciobalilla, siamo arrivati all’assurdo” ha concluso Curcio.

Commenta su Facebook