gratta e vinci
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – In Toscana nel 2017 c’erano 7.802 giovani tra 14 e 19 anni ‘a rischio’ per il gioco d’azzardo. Un dato in crescita rispetto al 2016, quando erano circa mille in meno, e anche rispetto al 2015, quando erano 6.100. I numeri emergono da un inedito studio Espad dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa.

I cosiddetti ‘giocatori problematici’, che cioè avrebbero bisogno di essere seguiti e assistiti, sono invece 3.527, meno rispetto all’anno scorso. Anche il numero assoluto di giocatori è calato: adesso è 55mila, nel 2016 era di 58mila. Il gioco più diffuso tra i giovani è il gratta e vinci, seguono le scommesse sportive, molto utilizzate dai maschi. Le scommesse sono in testa quando si vanno ad osservare i giocatori problematici. E’ un po’ il nuovo trend in tutto il Paese e riguarda anche gli adulti: in questi anni le puntate su qualunque evento sportivo e su qualunque episodio all’interno di una singola competizione stanno crescendo tantissimo. Questo perchè le giocate sono a portata di tutti, visto che vengono fatte direttamente da smpartphone.

Per quanto riguarda i giovani, la maggior parte, circa due terzi, spendono meno di 10 euro al mese. Solo il 5% spende oltre 50 euro e tra questi giovani toscani ci sono la maggior parte di quelli che hanno un problema con il gioco.

Commenta su Facebook