Print Friendly

(Jamma) Nel 2016, le 21 case da gioco svizzere hanno totalizzato un fatturato (prodotto lordo dei giochi) di CHF 689 milioni (+1,2 per cento rispetto all’anno precedente) e corrisposto imposte AVS e cantonali per CHF 323 milioni. È stato così possibile interrompere il continuo calo fatto segnare negli anni precedenti. Ma il mercato rimane caratterizzato dalla migrazione degli ospiti verso i casinò online, le case da gioco straniere ai confini con la Svizzera e i club illegali.

Nel 2016, 12 casinò hanno ottenuto un leggero aumento di fatturato (prodotto lordo dei giochi) e 9 un lieve calo rispetto all’anno precedente. In totale, le 21 case da gioco svizzere hanno realizzato un giro d’affari di CHF 689 milioni. I casinò svizzeri hanno raggiunto il loro record di proventi nel 2007. Da quel punto, la cifra è scesa di un terzo. Il valore del 2016 è stato inferiore a quello del 2004, il primo anno di attività prima dell’inaugurazione delle case da gioco elvetiche. Nel 2016, i casinò svizzeri hanno versato imposte per CHF 323 milioni all’AVS e ai cantoni e dal 2004 i contributi versati hanno raggiunto un totale di 5,7 miliardi di franchi. In questo modo è stato possibile fornire un contributo rilevante all’interesse generale.

Il mercato rimane caratterizzato dalla migrazione dei clienti verso altre offerte:  con i casinò online che rappresentano una concorrenza in rapida crescita per le case da gioco. Nonostante questi siano illegali in Svizzera, su Internet è possibile accedervi liberamente.

La fuga di capitale all’estero è stimata attorno a CHF 250 milioni all’anno.  Sono sempre di più inoltre i gruppi organizzati che operano club dedicati al gioco illegale in Svizzera, con un fatturato illegale che potrebbe aggirarsi attorno a CHF 150 milioni.  Inoltre, negli ultimi anni, sul lato tedesco, austriaco, italiano e francese del confine sono sorti nuovi casinò, numerose sale da gioco e migliaia di macchine automatiche che attirano numerosi ospiti provenienti dalla Svizzera. Di conseguenza, un giro d’affari di almeno CHF 100 milioni proveniente dal nostro paese fluisce ogni anno nei paesi confinanti.

I fatturati dei singoli casinò a questo link

 

Commenta su Facebook