Nei giorni scorsi i Carabinieri predisponevano un servizio mirato al controllo di alcuni circoli privati siti in diversi comuni grazie all’ausilio del personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Bari.

All’esito di tale attività ispettiva presso un circolo privato in San Ferdinando di Puglia i militari contestavano al presidente la violazione di cui all’art. 27 comma 7 del Decreto Legislativo 4/2019 in quanto vi era la presenza di n. 7 personal computer destinati a qualunque forma di gioco installati, messi a disposizione in luogo pubblico o in un luogo aperto al pubblico non rispondenti alle caratteristiche di cui commi 6 e 7 (contrasto dei fenomeni di disturbo da gioco d’azzardo patologico), apportando cosi una sanzione pecuniaria amministrativa dell’importo di euro 70.000 ed il sequestro dei pc.

Ancora diverse attività commerciali venivano sanzionate per la violazione di cui all’art. 4 della Legge Regionale Puglia n. 22/2007 per mancanza degli attestati di formazione HACCP ai dipendenti e violazione di cui all’art. 1 del Decreto Ministeriale 564/1992 per mancanza dei requisiti di sorvegliabilità dei locali.

Continueranno nei prossimi giorni i controlli da parte dei militari per arginare il problema della diffusione del gioco d’azzardo nei circoli privati e nelle attività commerciali.