Un vecchio adagio raccontato dai nostri nonni affermava che “manca sempre un soldo per fare una lira”. Lo stesso concetto, spesso, può venire esteso al mondo del betting quando, per l’ultimo risultato che salta, non si riesce ad esultare. Da domani però la situazione cambierà totalmente e sarà il giocatore a scegliere il proprio destino grazie al Cash Out di Sisal, collaudato positivamente oggi da ADM. Ma cosa è il Cash Out? Grazie a questa nuova funzione, già attiva da tempo nei principali mercati esteri, viene data la possibilità all’utente di terminare anticipatamente la sua scommessa sportiva (singola o multipla) prima che uno o più eventi siano conclusi, ricevendo un importo ricalcolato in funzione dell’andamento delle quote.

Per esempio, se su Juventus-Lazio di domenica 13 novembre si è giocata la vittoria bianconera e, durante il match, con la formazione di Allegri in vantaggio, si assiste a un forcing biancoceleste e si teme per un ribaltone, si può decidere di “fare Cash Out” prima del fischio finale e incassare subito l’importo proposto da Sisal. Il Cash Out può essere effettuato su eventi in fase live o prematch su calcio, tennis, basket e volley. Sul calcio fanno eccezione alcune tipologie di scommesse come Antepost e quelle sui giocatori, mentre su tennis, basket e volley sarà disponibile solo per le scommesse principali. L’opzione Cash Out è attiva, in questa prima fase, solo online sul sito www.sisal.it e sulla app scommesse.

Il Cash Out Sisal va a integrare le altre novità già lanciate da Sisal lo scorso 28 ottobre e previste nel Decreto Ministeriale che ha aggiornato il regolamento scommesse. La posta minima di gioco sulle singole e sulle multiple si è ridotta da 2,00 € a 1,00 € mentre il limite massimo di vincita si è innalzato da 10.000 € a 50.000 €. Infine è stato introdotto anche il rimborso della scommessa qualora il giocatore oggetto della giocata dovesse dare forfait all’evento su cui si è puntato (ad esempio Djokovic che si ritira da Wimbledon o Blanco che non partecipa a Sanremo).

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Articolo precedenteParlamento europeo, approvata la risoluzione su eSport e videogiochi
Articolo successivoPSM TECH parteciperà a SiGMA 2022