L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni informa gli operatori di gioco sui termini e sulle modalità del trattamento dei dati personali acquisiti tramite le segnalazioni pervenute in materia di divieto di pubblicità relativa a giochi online con vincite in danaro di cui all’art. 9, comma 1 del decreto legge 12 luglio 2018, n. 87 convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 9 agosto 2018.

Con una informativa del 19 gennaio scorso l’AGCOM intende informare tutti i soggetti interessati sui termini e sulle modalità del trattamento dei dati personali acquisiti tramite le segnalazioni pervenute in materia di divieto di pubblicità relativa a giochi online con vincite in danaro.

Il Titolare del trattamento dei dati , al fine di svolgere le opportune verifiche in merito alle segnalazioni ricevute in materia di divieto di pubblicità relativa a giochi online con vincite in danaro, pervenute per via telematica ([email protected]), tratta i seguenti dati del soggetto segnalante:
– dati anagrafici: nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza e/o domicilio;
– documento d’identità: copia informatica del documento d’identità analogico;
– copia informatica della firma (leggibile);
– dati di contatto: numero di telefono, indirizzo di posta elettronica e/o di posta elettronica certificata.

La finalità del trattamento è la presa in carico e analisi delle segnalazioni prevenute riguardo alle violazioni del divieto di pubblicità relativa a giochi online con vincite in denaro.
Il trattamento delle diverse tipologie di dati è volto unicamente all’inserimento dei dati richiesti per la trattazione dell’istruttoria.
La base giuridica del trattamento dei dati personali è l’art. 6, par. 1, lett. c) ed e) del RGPD, essendo il trattamento necessario per adempiere ad obblighi di legge e per l’esercizio di pubblici poteri di cui è investita l’Autorità dalla legge n. 249/1997 e dall’art. 9, comma 1 del decreto legge 12 luglio 2018, n. 87 convertito con modificazioni dalla legge n. 96 del 9 agosto 2018.

Tutti i dati personali oggetto di trattamento per le finalità di cui sopra, saranno conservati nei termini di legge e, comunque, in modalità permanente, dal termine dell’istruttoria. I provvedimenti finali sono conservati per motivi archivistici, storici e statistici.

In relazione ai dati personali forniti, ai sensi degli articoli 15-22 del GDPR, gli interessati hanno il diritto di:
(i) accedere e chiederne copia;
(ii) richiedere la rettifica;
(iii) richiedere la cancellazione;
(iv) ottenere la limitazione del trattamento;
(v) opporsi al trattamento;
(vi) ricevere i dati conferiti al Titolare in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico;
(vii) proporre reclamo al Garante ai sensi dell’art. 77 del GDPR. A tal fine potrà utilizzare il modello messo a disposizione dal Garante per la protezione dei dati personali di cui al link: https://www.garanteprivacy.it/modulistica-e-servizi-online/reclamo.

Articolo precedenteScommesse Serie A: Inter e Salernitana non conoscono il pareggio. Lautaro si affida alla cabala: gol come all’andata a 1,80 su Sisal
Articolo successivoDebutta EQUtv, il canale per raccontare in modo nuovo il mondo dell’ippica