“Con Toscana, Marche, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Provincia Autonoma di Bolzano, da lunedì 21 giugno, è in zona bianca l’intero Stivale fatta eccezione per la Valle d’Aosta che seguirà il prossimo 25 giugno. Le attività di raccolta delle scommesse e del gioco tramite apparecchi possono pertanto riprendere sia nelle sale dedicate che nei punti di offerta rappresentati, tra gli altri, dalle nostre tabaccherie, fatta eccezione per Bolzano.

“In questa Provincia Autonoma, infatti, la riapertura delle attività socio-economiche propria della zona bianca non riguarda, almeno per il momento, le scommesse e le AWP. Per quel che riguarda tali attività, già pesantemente limitate dalla preesistente legge provinciale, il Presidente della Provincia nonché Commissario speciale per l’emergenza Covid-19 Arno Kompatscher ha ordinato che saranno consentite solo a partire dal prossimo giovedì 1° luglio. Saranno peraltro ammessi a giocare esclusivamente i soggetti in possesso del cosiddetto “green pass” rilasciato dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige o dalle altre autorità sanitarie”.

E’ quanto scrive in una nota il Sindacato Totoricevitori Sportivi.

“Insomma, sia per i tabaccai bolzanini che per quelli valdostani si tratta di attendere ancora qualche giorno prima di riaprire le porte, per quanto reso possibile dalle restrizioni normative previgenti, agli scommettitori e agli utenti degli apparecchi.

Dopodiché potremo dire finalmente che questi giochi sono di nuovo a disposizione di tutti i giocatori italiani. Del resto, come già sta accadendo nelle Regioni divenute bianche nelle scorse settimane, nell’approccio al gioco si tratterà di continuare a usare prudenza.

Ricordiamo infatti che lo stato di emergenza è, al momento, decretato fino al 31 luglio 2021; conformemente a ciò, per tutte le attività che comportano contatti interpersonali, tra cui i giochi pubblici, continueranno a valere le condotte descritte puntualmente dalle linee guida per le riaperture adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

All’interno della tabaccheria, dunque, si dovrà continuare a indossare la mascherina, a mantenere le distanze tra gli utenti, a mettere a disposizione le soluzioni disinfettanti. Per quanto riguarda nello specifico, il gioco tramite apparecchi, sarà fondamentale continuare ad assicurare la pulizia delle superfici a contatto promiscuo come le pulsantiere e gli eventuali touch screen”.