Per Confersercenti, la lotteria degli scontrini nei negozi sarebbe un flop e a pesare sarebbe, probabilmente, anche la scarsa possibilità di vincita: una probabilità su 53 milioni. Un biglietto di una qualsiasi lotteria ‘normale’, di solito offre una possibilità su 10/11 milioni.

“Forse a Confesercenti sfugge il fatto che in passato hanno avuto grande successo il Superenalotto, che ha una probabilità di fare 6 pari a 1 su 622 milioni (622.614.630) o il Superenalotto Superstar dove si sale addirittura a 1 probabilità su 56 miliardi. Inoltre, c’è il piccolo particolare che mentre per le altre lotterie devi acquistare un biglietto, la lotteria degli scontrini è gratis” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Insomma, i motivi per cui l’operazione non è ancora decollata sono ben altri rispetto alla probabilità di vincita. Conta, principalmente, il fatto che l’Italia è ancora in lockdown e gli italiani non possono andare liberamente in giro a fare compere, che hanno ben altri problemi per la testa che non mettersi a giocare, ma anche che sono troppi i commercianti e gli esercenti che non hanno ancora aderito alla lotteria degli scontrini” conclude Dona.