Print Friendly

(Jamma) La Ragioneria dello Stato ritiene che il taglio del 30% delle slot non determinerà nessun onere per lo Stato, la domanda di gioco sarà soddisfatta dai nuovi apparecchi. Eugenio Bernardi non crede sia così e lo motiva così:

“quale nuovo e maggiore appeal dovrebbero avere le nuove AWP da remoto ( come afferma la Ragioneria dello Stato) se funzioneranno come le attuali: sempre a 1 euro di giocata e 100 euro di vincita massima con una percentuale del 70% e 4 secondi di tempo minimo su un ciclo di 140 mila partite ( ma cicli ormai sono da 20 mila a 40 mila partite, per andare incontro ai giocatori) – cosa che lo Stato non ha mai fatto…anzi.
Governo che abbassando la percentuale vincita dal 75%, al 74% e ora al 70% solo per aumentare incasso PREU che nel 2016 è stato per le AWP di 4,6 Miliardi (+1,23 miliardi solo da AWP o slot dei bar- avendo aumentato Preu dal 13% al 17,5%).
Come sia possibile affermare una tale amenità è un miracolo tutto italiano, così come si è capito che si vuole spostare il giocatore sulle più aggressive VLT a 10 euro a partita e jackpot facoltativi fino a 500 mila euro, a un bel dire il Sottosegretario Baretta che non è così, la Ragioneria di Stato ha evidenziato tale post verità e ne ha raccontata un’altra, eliminare 140 mila AWP ovvero 34% in meno e ottenere lo stesso incasso tassazione PREU vuol dire che i giocatori giocheranno e spenderanno in più il 34% , siete fuori da ogni logica matematico scientifica. A parole il Governo, per bocca del Sottosegretario, afferma di combattere ludopatia o GAP e nelle azioni avviene il contrario, si vuole solo eliminare le 5mila imprese di gestione AWP e favorire i grossi gruppi e le concessionarie che gestiscono le VLT, c comunque sono molto meno tassate ( infatti hanno portato allo Stato come Preu molto meno (2016 1,2 miliardi), anche con l’aumentato PREU nel 2016 solo 100 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente.
Egregi signori le bugie e le post verità sono evidenti, se aumentando tassa Preu dal 17.5% al 19% su AWP c’è un aumento di 200 milioni, spiegatimi come non ci siano oneri per lo Stato se diminuite parco macchine AWP del 34%?? Se non con l’istigazione a far giocare maggiormente i giocatori con le restanti macchine e il calo delle entrate risulterà evidente a fine 2018, ma questo Governo all’ora e forse anche prima sarà già “spirato” e come per le clausole di salvaguardia a rimediare e pagare toccherà ad altri….
Pregiati saluti Eugenio Bernardi, non un “ragioniere” ma un tecnico che sa fare i conti…

P.S. dei 300 milioni mancanti da sanatorie CTD comma 643 legge LEGGE 23 dicembre 2014, n. 190 e i 540 milioni dei commi 648-648 (medesima legge) in cui si prevedevano entrate totali per 937 milioni di euro, di quei soldi non riscossi, chi ne risponde???”

Commenta su Facebook