haijer
Print Friendly, PDF & Email

Maarten Haijer: “Nessuno Stato può richiedere un’attività offline come prerequisito per fornire servizi di gioco d’azzardo online”. Così il segretario generale dell’EGBA sintetizza la pronuncia della Corte di Giustizia Europea in merito alla normativa ungherese sul gioco d’azzardo. “La sentenza odierna della Corte di giustizia è molto chiara: nessuno Stato membro può richiedere un’attività offline come prerequisito per fornire servizi di gioco d’azzardo online in quanto ciò è in conflitto con il diritto dell’UE. Siamo lieti che la CGUE abbia concluso questa cosa una volta per tutte. Requisiti restrittivi come questi, che discriminano gli operatori, che hanno il diritto di fornire i propri servizi in uno Stato membro, non hanno posto nell’UE. È chiaro che, anche se gli Stati membri sono in una certa misura liberi di regolamentare il gioco d’azzardo in base ai loro obiettivi politici, il quadro generale è stabilito dalla legislazione dell’UE ” conclude Haijer. (Jamma)

Commenta su Facebook