“Sarebbe opportuno non gravare le imprese di ulteriori adempimenti e costi. La lotteria degli scontrini – il cui avvio è previsto a partire dal prossimo 1° luglio – potrebbe presentare una serie di criticità operative – un esempio significativo sono i pubblici esercizi – oltre a gravare le medesime imprese di ulteriori costi dovuti all’adeguamento tecnico dei Registratori Telematici. Sarebbe auspicabile prevedere una proroga dell’entrata in vigore della lotteria al 1° gennaio 2021”.

E’ quanto chiede Confcommercio Alessandria in considerazione dell’emergenza Coronavirus. Sulla stessa linea Confindustria Alberghi, che chiede lo “slittamento dei termini di adeguamento per la lotteria degli scontrini”.