Le segreteria di Slc-Cgil Fisascat-Cisl Uilcom-Uil Snalc-Cisal del Casinò di Sanremo, comunicano la totale partecipazione di tutti i lavoratori allo sciopero di sabato 6 novembre, indetto dal ruolo giochi causato dalla mancanza di una convocazione da parte del Cda e dalla sua presa di posizione unilaterale riguardo alla riorganizzazione dei tavoli da gioco.

“Vorremmo comunicare alcuni dati raccolti in questi giorni e pronti ad essere distribuiti in un piccolo dossier al Sindaco, Alberto Biancheri, all’assessore al bilancio, Massimo Rossano, al Presidente del consiglio comunale, Alessandro Il Grande, alla Giunta, ai Capigruppo consiliari. Per far comprendere all’opinione pubblica l’importanza di questi dati vi anticipiamo i seguenti calcoli: la roulette francese, nei mesi di settembre e ottobre 2021, ha prodotto mediamente l’82,5% dei suoi incassi tra il lunedì e il giovedì, fosse passata già allora l’attuale linea aziendale che la vede chiusa proprio dal lunedì al giovedì, avremmo avuto una perdita di incassi pari a €.254.857. Importante è anche il dato non corretto che la chiusura dei tavoli tradizionali non incida sulle slot, nei primi 5 giorni di novembre 2021 c’è stata una flessione di circa €. 200.000 rispetto agli stessi periodi del 2018 e 2019, molti clienti probabilmente hanno preferito recarsi in altri Casinò visto che giocano sia ai giochi tradizionali che ai giochi elettromeccanici oppure si dividono mogli e mariti sui due fronti. Questi dati sono da presentare alla Proprietà in maniera completa ed esaustiva perché ci stiamo giocando il futuro della Casa da gioco, dell’equilibrio di bilancio del Comune di Sanremo e dell’indotto di tutta la Città”.