Lo scorso fine settimana, i Carabinieri del Gruppo di Roma hanno eseguito una serie di controlli mirati al contrasto di ogni forma di illegalità e degrado nella Capitale. Ad esito della attività, in totale sono state identificate 155 persone, tre della quali sono state arrestate e una denunciata. Controllati anche 78 veicoli e numerosi esercizi commerciali, in 6 dei quali sono state riscontrate violazioni.

In particolare, i Carabinieri del Gruppo di Roma, con l’ausilio dei colleghi del N.A.S., del N.I.L., della C.I.O. 8° Reggimento “Lazio” e Gruppo Forestale Roma, oltre che degli ispettori A.A.M.S. e A.R.P.A., hanno svolto minuziosi controlli presso numerose attività commerciali tra i quartieri San Pietro e Trionfale, sanzionando: il titolare di un bar e il proprietario di un ristorante, per complessivi 4.000 euro, per carenze igieniche e la mancata attuazione del piano Haccp; il gestore di un bar perché all’interno è stato sorpreso un avventore intento a giocare agli apparecchi telematici (slot machine) nella fascia oraria non consentita, in violazione all’ordinanza n. 111/2018 del Comune di Roma; il proprietario di un negozio di rivendita tabacchi dove i Carabinieri hanno riscontrato l’impiego di una dipendente, quale cassiera, senza che la stessa fosse regolarmente assunta; i gestori di una sala slot e di un punto scommesse per la mancanza delle previste autorizzazioni.

Articolo precedenteMantova, controlli sulle slot: riscontrate diverse irregolarità
Articolo successivoTotocalcio, ecco il palinsesto dell’11-12 dicembre: per “Il tredici” jackpot da oltre 403mila euro