I funzionari dell’ADM di Palermo, sulla base di una mirata attività di intelligence avviata dalla Direzione Giochi di ADM, hanno effettuato un accertamento presso una sala slot dell’entroterra palermitano nella quale il gestore, benché autorizzato alla promozione dei giochi pubblici a distanza, mediante un concessionario regolarmente accreditato, e all’effettuazione delle ricariche dei conti degli scommettitori, raccoglieva abusivamente le scommesse senza le relative autorizzazioni rilasciate dalla Questura e da ADM. Nel corso della verifica sono state rinvenute 5 slot machine, collegate ai terminali dell’Agenzia, e un personal computer contenente in memoria la registrazione delle giocate illecite. Denunciati all’Autorità Giudiziaria il titolare dell’esercizio e il gestore dell’attività illegale, sono state comminate sanzioni anche nei confronti del proprietario degli apparecchi e del Concessionario per un totale complessivo di 225.000 euro

Articolo precedenteGeWeTe a Enada Primavera: Cash-Center Slim, la soluzione di pagamento più innovativa e affidabile
Articolo successivoEnada Primavera, Sapar: “Giochi, si può guardare al futuro con fiducia e ottimismo”