I funzionari ADM di Palermo, nell’ambito dei controlli finalizzati all’accertamento della regolarità nella installazione degli apparecchi di gioco utilizzati nei pubblici esercizi, hanno rilevato, all’interno di un bar di Licata (AG), 4 apparecchiature (totem) prive dei nulla osta e di qualsiasi autorizzazione, non conformi alla normativa vigente in materia di giochi.

Al titolare dell’esercizio, per aver messo a disposizione apparecchi irregolari destinati al gioco, è stata elevata la contestazione amministrativa pecuniaria per complessive 200.000 euro, mentre le apparecchiature sono state sottoposte a sequestro amministrativo.

Articolo precedenteRiaperture in Alto Adige: per giochi, sale bingo, scommesse e casinò via libera dal 1° luglio solo per avventori in possesso di “Corona-Pass”
Articolo successivoLotteria scontrini, 20mila euro vinti dal Lidl a Modena devoluti in beneficenza. Adm: “Contenti che parte dei nostri premi sia utile a chi ne ha più bisogno”