Adm comunica che “Vista la legge 2 agosto 1982, n. 528, sull’ordinamento del gioco del lotto e misure per il personale del lotto, e successive modificazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto 1990, n. 303 e successive modificazioni, con il qual è stato emanato il regolamento di applicazione e esecuzione delle leggi 2 agosto 1982, n. 528 e 19 aprile 1990, n. 85; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 concernente le norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Vista la legge 18 ottobre 2001 n. 383 e, in particolare, l’articolo 12, commi 1 e 2, concernenti il riordino delle funzioni statali in materia di organizzazione e gestione dei giochi, delle scommesse e dei concorsi a premi; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 gennaio 2002, n. 33, emanato ai sensi del citato articolo 12 della legge n. 383 del 2001, nonché il decreto legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito, con modificazioni, con legge 8 agosto 2002, n. 178, concernenti l’affidamento all’Amministrazione Autonoma dei monopoli di Stato di tutte le funzioni statali in materia di organizzazione ed esercizio dei giochi, scommesse e concorsi pronostici; Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311, concernente le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e, in particolare, l’art. 1, comma 488, concernente la ritenuta sulle vincite del gioco del lotto; Visto il decreto direttoriale del 4 dicembre 2008 e successive modificazioni con il quale è stata autorizzata la raccolta di giocate al lotto per più concorsi consecutivi; Visto il decreto direttoriale del 5 maggio 2009 con il quale è stato stabilito il regolamento del gioco opzionale e complementare al gioco del lotto denominato 10eLOTTO e successive modifiche; Visto il decreto direttoriale del 13 luglio 2009 e successive modifiche con il quale il gioco del 10eLOTTO è stato individuato come modalità di gioco del lotto; Visto l’Atto di convenzione del 20 giugno 2016 con il quale la gestione del servizio del gioco del lotto automatizzato e degli altri giochi numerici a quota fissa è affidata in concessione alla società Lottoitalia S.r.l; Visto il decreto legge del 28 gennaio 2019, n.4, convertito, con modificazioni, con legge del 28 marzo 2019, n.26, e in particolare l’art. 27, comma 1, che fissa all’undici per cento la ritenuta sulle vincite del gioco numerico a quota fissa denominato “10eLOTTO” e dei relativi giochi opzionali e complementari; Vista la determina del 1 marzo 2019 con la quale è consentita, in via temporanea, l’accettazione delle giocate in abbonamento per la partecipazione al gioco del 10eLOTTO solo per i concorsi effettuati entro il 29 giugno 2019; Vista la nota del 30 maggio 2019 con la quale la Società Concessionaria ha proposto per le giocate al 10eLOTTO per la sola modalità ad intervallo di tempo, per la giornata del 30 giugno p.v. l’accettazione delle giocate in abbonamento soltanto fino alle ore 18:30, e a seguire l’accettazione di sole giocate singole fino alle ore 24:00, al fine di evitare che possano essere emesse giocate in abbonamento che comprendano concorsi successivi a quello di introduzione della nuova tassazione;

DETERMINA

Per la sola giornata del 30 giugno 2019 l’accettazione delle giocate in abbonamento per la partecipazione al gioco del 10eLOTTO in modalità ad intervallo di tempo è consentita fino alle ore 18:30; successivamente e fino al concorso previsto per le ore 24:00 sono accettate solo giocate singole. La presente determinazione è pubblicata sul sito istituzionale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli www.adm.gov.it”.