millionday

Adm comunica quanto segue “Vista la legge 2 agosto 1982, n. 528, sull’ordinamento del gioco del lotto, e successive modificazioni; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 agosto 1990, n. 303, e successive modificazioni, con il quale è stato emanato il regolamento di applicazione ed esecuzione delle leggi 2 agosto 1982, n. 528 e 19 aprile 1990, n. 85 e successive modificazioni;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, concernente le norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Vista la legge 18 ottobre 2001, n. 383, concernente il riordino delle funzioni statali in materia di organizzazione e gestione dei giochi, delle scommesse e dei concorsi a premi e, in particolare, l’articolo 12, commi 1 e 2; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 gennaio 2002, n. 33, emanato ai sensi del citato articolo 12 della legge n. 383 del 2001, nonché il decreto legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito, con modificazioni, con legge 8 agosto 2002, n. 178, concernenti l’affidamento all’Amministrazione Autonoma dei monopoli di Stato (ora Agenzia delle dogane e dei monopoli) di tutte le funzioni statali in materia di organizzazione ed esercizio dei giochi, scommesse e concorsi pronostici; Vista la legge 30 dicembre 2004, n. 311, concernente le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e, in particolare, l’articolo 1 comma 488, concernente la ritenuta sulle vincite del gioco del lotto; Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296 e, in particolare, l’articolo 1, comma 89, lettera c) concernente la facoltà dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato (ora Agenzia delle dogane e dei monopoli) di introdurre ulteriori forme di gioco ispirata ai meccanismi di gioco del lotto, anche prevedendo modalità di fruizione distinte da quelle attuali, al fine di ampliare l’offerta di giochi numerici a quota fissa; Visto il decreto Legge del 6 luglio 2011, n. 98, convertito con la Legge 15 luglio 2011, n. 111, e, in particolare, l’articolo 24, comma 39, lettera c) che attribuisce al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato (ora Agenzia delle dogane e dei monopoli) la possibilità di introdurre ulteriori forme di gioco anche prevedendo modalità di fruizioni distinte da quelli attuali, al fine di ampliare l’offerta di giochi numerici a quota fissa; Visto il decreto direttoriale del 23 gennaio 2013, n. 2937, con il quale sono state individuate le caratteristiche tecniche per la raccolta del gioco del lotto in tutte le sue modalità con partecipazione a distanza; Vista la legge 23 dicembre 2014, n.190, e in particolare l’articolo 1, comma 653, che ha previsto l’affidamento in concessione della gestione del servizio del gioco del Lotto automatizzato e degli altri giochi numerici a quota fissa; Visto l’atto di convenzione del 20 giugno 2016, n. 58555, sulla base del quale a partire dal 30 novembre 2016 la gestione del servizio del gioco del lotto automatizzato e degli altri giochi numerici a quota fissa è affidata in concessione alla società Lottoitalia S.r.l; Vista la determina del 26 gennaio 2018 n. R.U. 11560/U con la quale è stato disciplinato il gioco numerico a quota fissa “MillionDay” ed è stata stabilita la data del 7 febbraio 2018 per l’avvio della raccolta del suddetto gioco presso le ricevitorie; Vista la determina del 24 maggio 2018, n. 85202, con la quale sono state stabilite le modifiche alla regolamentazione del gioco numerico a quota fissa denominato “MillionDay” al fine di limitare la possibilità di concentrazione delle giocate con la medesima combinazione, nonché di consentire lo sviluppo di combinazioni di giocate per evitare l’emissione di una pluralità di scontrini di gioco con conseguente rallentamento delle attività di raccolta; Visto che la suddetta determina ha previsto che le disposizioni di cui all’articolo 1 lettere a), b), d), e), f) avessero applicazione, successivamente all’implementazione dei software e dei protocolli di comunicazione, con apposito provvedimento a firma del Direttore gestione tributi e monopolio giochi; Vista la comunicazione del partner tecnologico Sogei S.p.a. di conclusione delle attività di sviluppo previste per il sistema di controllo; Vista la nota del 9 novembre 2018 n. lilo-502/18 con la quale Società Lottoitalia S.p.A. ha comunicato di aver completato sia le attività necessarie all’integrazione dei dati relativi all’introduzione delle giocate plurime e sistemistiche sul Protocollo di comunicazione del sistema di controllo ADM sia quelle relative allo sviluppo del sistema di gioco; Considerato che in data 15 novembre 2018 è stato effettuato, con esito positivo, il collaudo delle nuove funzionalità; Viste le note del 26 ottobre 2018, n. lilo-479/18, e del 22 novembre 2018, n. lilo-523/18, con le quali la società Lottoitalia S.r.l. ha rappresentato la necessità di procedere all’attivazione delle nuove funzionalità, considerata la complessità delle operazioni previste per il rilascio delle stesse, presso le ricevitorie secondo un piano programmato; Ritenute condivisibili le motivazioni addotte e accoglibile la proposta avanzata:

DETERMINA

Articolo 1

Le disposizioni di cui all’articolo 1 lettere a), b), d), e), f) della determina del 24 maggio 2018 n.85202 si applicano a decorrere dal 28 novembre 2018. Le relative necessarie funzionalità di sistema saranno attivate progressivamente presso le ricevitorie, secondo un piano programmato, nel termine massimo di 20 giorni.

La pubblicazione sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – www.agenziadoganemonopoli.gov.it – tiene luogo della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’art. 1 comma 361 della legge 24 dicembre 2007, n. 244″.

Commenta su Facebook