Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Toscano, 26 anni, Brando Naspetti è il vincitore dell’edizione numero 24 di Italian Poker Open, IPO.

Il torneo si è disputato al Casinò Campione d’Italia, polo riconosciuto del poker ai più competitivi livelli anche in virtù di un’organizzazione inappuntabile, come ha appena dimostrato il volume – 2.469 “entries”, come si dice in gergo – di giocatori che ha valso al vincitore 300 mila euro. L’affermazione di Naspetti era nell’aria a Campione d’Italia, e il pronostico è andato confermandosi vedendolo al tavolo di gioco, da professionista quale è, nonostante – ha infine dichiarato – i “tanti alti e bassi in questo anno pokeristico”, ma questa vittoria, ha aggiunto, “davvero ripaga e cancella tutto”.

In effetti l’IPO è da considerarsi il maggiore torneo della storia del poker italiano, vincerne un’edizione significa entrare nel ghota che si sta scrivendo più di tutto al Casinò campionese, dove un team specializzato garantisce il perfetto funzionamento della macchina organizzativa; alle emozioni provvedono i giocatori, come ha egregiamente dimostrato il vincitore dell’IPO 24.

Commenta su Facebook