Certamente interessato al rinvio pregiudiziale avanzato dal Consiglio di Stato riguardo alla Legge di Stabilità 2015 sulla tassa da 500 milioni è l’avvocato Ripamonti, che si sta occupando della questione “Legge di Stabilità 2015” sia sul fronte civilistico nelle cause di opposizione a decreto ingiuntivo da parte di diversi Gestori, sia sul fronte penalistico con riferimento ai processi di peculato.

Questo il commento “a caldo” del professionista rilasciato alla Redazione di Jamma:

“Si tratta di uno sviluppo certamente rilevante, anche se in qualche misura prevedibile, atteso il ruolo del CdS.

Ho esaminato il provvedimento di rinvio che fondamentalmente si basa su noti principi già affermati in materia di giochi e scommesse e che afferiscono alla illegittimità di far cassa a scapito delle note Libertà di stabilimento e prestazione dei servizi e tutela dell’affidamento.

Sono convinto che tale provvedimento, ed ancor più l’eventuale ed auspicabile accoglimento in Corte di Giustizia, sarà molto utile e rilevante, anche nell’interesse dei Gestori, sia nei giudizi pendenti di opposizione a decreto ingiuntivo, sia in diversi procedimenti penali di peculato”.