Nel 2018 i controlli per verificare la regolarità delle slot ha interessato in Italia oltre 27.239 esercizi pubblici, contro i 24.973 del 2017

Nel 2018 la maggiore imposta accertata dagli uffici delle Fisco è più che triplicata passando dai 31,6 milioni del 2017 ai quasi 98 milioni dello scorso anno. Un incremento che ha spinto verso l’alto anche le sanzioni tributarie incassate dai monopoli sotto la voce evasione, pari a 73, 8 milioni di euro a fine 2018 (+65%). A queste si devono aggiungere 18,6 milioni di sanzioni amministrative.

Un risultato, quello sui controlli e accertamenti in materia di gioco che, come emerge dal “Libro Blu 2018” sull’attività dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, è frutto soprattutto di un’azione mirata con 38.745 controlli effettuati direttamente sul territorio la consegna di quasi 3mila atti di accertamento.

Gli esercizi pubblici controllati per verificare la regolarità delle slot a vincita limitata sono stati 27.239, per un totale di 19,3 milioni di sanzioni contestate. Nel 2017 le sanzioni ammontavano a 22,4 milioni.

L’Ufficio che ha effettuato il maggior umero di controlli è quello della Lombardia, con 3.765 verifiche, seguito da 2.896 del Lazio e 2.665 in Campania.

 

 

Commenta su Facebook