Il Tribunale di Potenza, in composizione monocratica, in data 30 settembre, ha emesso sentenza con la quale ha accolto ricorso depositato dall’Avv. Bernardo Procopio (nella foto), contro ordinanza ingiunzione emessa dall’ufficio dei Monopoli di Potenza.

L’ordinanza era stata emessa a seguito del sequestro di un apparecchio da banco, tipo ticket redemption, denominato Gaston, ritrovato in un bar della provincia di Potenza. L’apparecchio veniva sequestrato perchè considerato appartenere alla categoria degli apparecchi di cui al comma 7 lett.a) del 110 TULPS, non rispondente alla caratteristiche e prescrizioni ivi previsti.

Il Tribunale di Potenza, dopo aver espletato CTU sull’apparecchio, accoglieva l’opposizione dell’Avv. Bernardo Procopio, in quanto la CTU aveva escluso che tale apparecchio potesse appartenere alla categoria prevista dal comma 7 lett. a) del 110 TULPS e che pertanto l’ordinanza ingiunzione era stata emessa su un apparecchio che non aveva quelle caratteristiche descritte nel verbale di sequestro.