Fino al 12 ottobre è possibile presentare domanda per l’assegnazione di contributi da oneri di urbanizzazione secondaria a favore di centri sociali e attrezzature culturali e sanitarie. Si tratta di risorse che l’Amministrazione comunale ha incassato nel 2019 dal rilascio di titoli abilitativi edilizi. Come previsto dalla legge nazionale e regionale, una parte di questi proventi deve essere messa a disposizione di quei soggetti che svolgono attività sociale, culturale e religiosa, nel caso ne facciano richiesta.

A favore di “chiese e altri edifici per servizi religiosi” sono stanziati 48.471 euro euro, per i “centri civici e sociali, attrezzature culturali e sanitarie” 43.624 euro.

É possibile chiedere di partecipare all’assegnazione solo per lavori non ancora eseguiti. I soggetti che risulteranno assegnatari del contributo potranno richiedere la liquidazione solo a lavori completamente eseguiti. Il contributo sarà proporzionale alla spesa complessiva sostenuta e dovrà essere documentato da fatture.
Non potranno ricevere il finanziamento i soggetti nei cui locali sono istallati apparecchi del tipo “slot-machine”.