La Squadra Amministrativa di Sicurezza della Questura di Ancona nei giorni scorsi, nell’ambito di servizi coordinati di controllo per la prevenzione e repressione del gioco illegale fortemente voluti dal Questore Pallini, ha effettuato, unitamente a personale dei Monopoli di Stato, una serie di controlli amministrativi presso diverse sale giochi ubicate in città ed in provincia, nonché presso pubblici esercizi.

In particolare, durante gli accertamenti effettuati in tre sale giochi, sono state rilevate le seguenti irregolarità.

Ad una sala scommesse del Piano hanno constatato la presenza di numerosi avventori tra i quali un minorenne, di 17 anni. Gli agenti hanno quindi redatto sanzione amministrativa ai sensi del DL. N.98 del 2011 per un importo pari a 6.666,67 euro. La predetta Legge prevede altresì la chiusura dell’esercizio da 10 a 30 giorni.

Inoltre, presso altre due sale giochi/bingo è stata contestata ai titolari la sanzione amministrativa pari a 4000 euro ai sensi della Legge regionale Marche n. 3 del 2017, per aver violato l’obbligo di chiudere le sale slot alle ore 24.00.