Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il Governo di Atene è pronto a modificare (per l’ennesima volta) la legge sul gioco d’azzardo e le regole in materia di gestione dei terminali Vlt.
Secondo quanto anticipato in questi giorni i tecniche del Ministero delle Finanze hanno già messo a punto il testo della proposta di legge con la quale verranno anche ridefiniti i termini dell’accordo con la concessionaria che si è aggiudicata i 35.000 diritti per l’installazione delle Vlt, la OPAP. Il testo del pdl prevede la riduzione del numero delle Vlt da 35.000 a 25.000 e il rimborso da parte dello Stato al concessionario oltre che l’estensione del contratto per altri 8 anni.
Il ddl, che verrà votato a settembre, permetterà di aumentare il numero delle Vlt nelle sale giochi della Opap da 25 a 50 e da 3 a 15 nei punti di gioco tradizionali.
Nella relazione tecnica di accompagnamento al progetto di legge si legge che la riduzione del numero delle Vlt consentirà di “limitare l’accesso al gioco e una più efficace regolamentazione della organizzazione e lo svolgimento dello stesso. Si creeranno condizioni di controllo ottimali, poiché un mercato del gioco d’azzardo più ridotto è più facilmente gestibile in termini di controllo e supervisione e contribuisce a creare una delle condizioni più reattive rispetto ai rischi del gioco. Tale riduzione permette inoltre di non indire la gara prevista per l’assegnazione dei diritti di 18.500 Vlt dalla OPAP a società terze” (come previsto inizialmente dalla legge) . L’aumento del numero massimo di terminali da gioco nelle sale “ comporta la riduzione del numero di negozi da aprire e il grado di concentrazione nelle aree urbane”.

Commenta su Facebook