(Jamma) – Ha aperto il 4 ottobre scorso lo Sportello di ascolto e sostegno per le persone che hanno problemi di usura, estorsione, oppressione criminale o di sovraindebitamento. Il servizio è del Circondario imolese, ma sarà operativo per tutta la Romagna, tutti i martedì mattina (dalle 10.00 alle 12.30) presso la sede del Nuovo Circondario Imolese e nel pomeriggio (dalle 14.30 alle 16.30) a rotazione nei diversi Comuni: il 6 dicembre a Medicina.

Lo Sportello viene attivato nell’ambito del progetto Sos Giustizia – Servizio di ascolto e di assistenza alle vittime della criminalità organizzata, nato nel 2010 per impulso di Libera, l’associazione da sempre punto di riferimento per quanti vivono situazioni di disagio legate all’azione di gruppi criminali e mafiosi. Se sei vittima di manovre estorsive, di usura o a causa del gioco d’azzardo sei pressato da debiti eccessivi contatta il numero 370-3165406 (dal lunedì al giovedì 15-18 – se attiva la segreteria telefonica lasciare un messaggio per essere ricontattati) oppure scrivete una mail a: sportellolegalitacircimolese@libera.it. Per ogni più utile informazione visitate il sito: www.nuovocircondarioimolese.it oppure scrivete all’assessore Valentina Baricordi: valentina.baricordi@comune.medicina.bo.it

Il Comune di Medicina è inoltre fortemente impegnato nella lotta al gioco d’azzardo. In questi giorni si sta procedendo a contattare tutti gli esercizi commerciali del territorio medicinese (bar e tabaccherie) per chiedere di aderire alla rete degli esercizi Slot Free, un un marchio per i locali che non ospitano nel proprio esercizio le apparecchiature per il gioco d’azzardo. L’obiettivo del provvedimento normativo regionale, che ha come oggetto proprio quello del contrasto alle ludopatie, è quello di dare la possibilità alle persone affette da gioco d’azzardo patologico di fare qualcosa per se stessi. Le misure prescritte nella legge definiscono i principi generali e gli strumenti per il contrasto, la prevenzione, la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico in collaborazione con istituzioni scolastiche, enti locali, aziende sanitarie locali, terzo settore e associazioni. Se si vuole aderire alla campagna Slot Free contattare l’assessorato alla cultura attraverso l’indirizzo mail: valentina.baricordi@comune.medicina.bo.it.

Commenta su Facebook