(Jamma)  Proseguono gli incontri dell’Associazione Nazionale Sapar con le amministrazioni comunali per discutere dei regolamenti in materia di giochi.

Questa mattina, durante un’audizione congiunta Commissione Welfare e Attività Produttive del Comune di Latina, sono state ascoltate le istanze proposte dalla delegazione Sapar in vista dell’elaborazione della bozza normativa per disciplinare l’attività di sale giochi e locali pubblici.

All’incontro erano presenti il presidente nazionale Raffaele Curcio, il presidente della delegazione del Lazio Giacomo Perrone, il delegato laziale Gabriele Perrone, il presidente della delegazione Toscana Luca Pasquini e il segretario nazionale Corrado Luca Bianca.

“L’incontro di oggi è stata l’occasione per ribadire ancora una volta che durante la redazione di un testo normativo in materia di giochi  – ha dichiarato Curcio – bisognerebbe tenere a mente che proibizionismo e divieti non portano alcun risultato positivo per il giocatore.  È necessario invece un approccio culturale indirizzato all’educazione e ai corsi di formazione sull’uso del gioco.

Purtroppo nel corso dell’incontro di oggi non si è raggiunto il numero legale dei presenti per cui al momento è previsto l’invio della bozza di regolamento a tutte le associazioni di categoria. Anzi, durante l’audizione è stata sollevata la questione che alla riunione non erano presenti altre associazioni oltre alla Sapar. Evidentemente noi abbiamo a cuore le questioni legate alle normative in materia di giochi su tutto il territorio italiano, altri meno”.

 

Commenta su Facebook