La stagione del tennis sulla terra rossa, appena iniziata, prevede tre Masters 1000 prima di volare a Parigi per il Roland Garros: Monte Carlo, Madrid e Roma. C’è un nome, nell’albo d’oro dei tornei, che appare complessivamente 25 volte: Rafa Nadal. Appare normale quindi che il più forte giocatore della storia sul rosso, e uno dei migliori di sempre, sia il grandissimo favorito all’ATP di Monte Carlo, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, che vedono il trionfo dello spagnolo a 1,75.

Alle spalle del fenomeno di Manacor, si fa largo il numero 1 del mondo Novak Djokovic, vincitore due volte nel Principato: il serbo, che quest’anno sembra deciso a puntare al Grande Slam, vincitore a Monte-Carlo si gioca a 4,00. Dietro i due grandi rivali, in attesa del rientro di Roger Federer, c’è il vuoto o quasi. Il terzo incomodo potrebbe essere il numero 6 del mondo, Alexander Zverev. Il tedesco, che ha trionfato in 5 tornei sulla terra rossa, punta al colpo grosso e vederlo uscire vincitore a fine settimana pagherebbe 12 volte la posta. La truppa italiana è molto folta e agguerrita sebbene Lorenzo Musetti abbia già salutato il torneo per mano del russo Karatsev, semifinalista agli Australian Open.

Gli occhi di tutti saranno su Jannik Sinner che però non è stato fortunato nel sorteggio. Se l’attuale numero 22 del mondo dovesse superare il primo turno contro lo spagnolo Ramos, si troverebbe ad affrontare Novak Djokovic. Ecco perché, secondo i betting analyst di Sisal Matchpoint, il successo di Sinner all’ATP di Monte Carlo è in quota a 33. Il tennista di San Candido rimane però il migliore tra gli azzurri mentre alle sue spalle, appaiati, ci sono Fabio Fognini e Matteo Berrettini. Il ligure è il campione in carica del torneo e andrà all’assalto di un back-to-back tanto prestigioso quanto complesso. Il romano invece, numero 10 del ranking ATP, vuole riprendere la sua corsa dopo che un infortunio lo ha tenuto lontano dai campi di gioco nelle ultime settimane. Il successo di Fognini o di Berrettini si gioca a 50.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.