Calcio

Mai come in questa stagione la lotta salvezza in Serie A appare incerta e appassionante. A tre giornate dal termine, le sei formazioni coinvolte nella parte bassa della classifica hanno ancora la possibilità di restare nella massima serie. La situazione più drammatica, al momento, è quella del Venezia, giunto alla nona sconfitta consecutiva e ultimo in classifica a quota 22 punti. Il recupero di giovedì, contro la lanciatissima Salernitana, potrebbe essere l’ultima spiaggia per i lagunari: gli esperti Sisal, infatti, vedono la salvezza lontanissima a 12. Molto complessa appare anche il momento del Genoa, soprattutto dopo la sconfitta nel derby con la Sampdoria che pare essersi tirata fuori da acque pericolose. I rossoblù rischiano una retrocessione in Serie B che, da quelle parti, non conoscono dal 1995: infatti il Grifone, dopo varie vicissitudini, è tornato in Serie A nel 2007 e da allora è una presenza fissa nel campionato italiano. La salvezza della formazione di Blessin si gioca a 6,00.

Con lo Spezia virtualmente salvo, Salernitana e Cagliari, che si troveranno di fronte domenica all’Arechi, si contendono il quart’ultimo posto. La formazione di Nicola, dieci punti nelle ultime 4 uscite in campionato, viaggia spedita verso una salvezza che solo un mese fa appariva utopica: i granata affrontano la settimana più importante della loro stagione viste le gare con Venezia e rossoblù cagliaritani entrambe nel fortino di casa. Il miracolo granata è offerto a 1,75. Quota leggermente più alta per il Cagliari che ha salutato Mazzarri affidandosi ad Agostini per le ultime, e decisive, tre gare di campionato. Joao Pedro vorrebbe evitare di ripetere l’amara retrocessione del 2015, suo primo anno con la maglia del Cagliari: un’altra salvezza pagherebbe 2 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.