Calcio

I rossoneri, dopo la sconfitta dell’Inter a Bologna, hanno il destino nelle loro mani: l’impresa dei viola (due sconfitte di fila) a 5,25. A 1,53, invece, si gioca il riscatto dei nerazzurri di Inzaghi. Napoli e Juventus in discesa contro Sassuolo e Venezia

Senza più partite da recuperare nella zona alta della classifica, la volata scudetto è ufficialmente lanciata. Con quattro giornate da giocare, sarà probabilmente un testa a testa tra le due milanesi, con Napoli e Juventus non ancora tagliate fuori aritmeticamente ma con un ritardo difficile da colmare. Il Milan, approfittando della sconfitta dell’Inter a Bologna, è artefice del suo destino e riparte dalla sfida di San Siro contro una Fiorentina che arriva da due ko che hanno rallentato la corsa all’Europa. Sulle ali dell’entusiasmo anche per il successo dell’Olimpico contro la Lazio, la squadra di Pioli parte favorita nel match di domenica alle 15: il segno «1», sulla lavagna Snai, si gioca a 1,60, con il pareggio che vale quattro volte la posta e il colpo della Fiorentina di Italiano a 5,25. Più equilibrio, invece, negli altri esiti: Under a 1,95 e Over a 1,75 con il Goal a 1,77 e il No Goal a 1,95. Ibrahimovic e Giroud sono i due marcatori più probabili, entrambi a 2,25, seguiti da Leao a 2,75; il primo giocatore della Fiorentina è Piatek, ex di turno, a 3,75. L’inatteso scivolone dell’Inter al Dall’Ara ha portato il Milan anche in testa alle quote antepost per lo scudetto: il tricolore rossonero vale 1,75, quello dell’Inter è a 2,00, con Napoli e Juventus precipitate a 100.   

Inter a Udine – Ferita dalla sconfitta di Bologna, domenica alle 18 l’Inter proverà a ripartire dal match della Dacia Arena contro un’Udinese lanciatissima e capace di travolgere per 4-0 la Fiorentina. Quattro vittorie nelle ultime sei, però, non bastano alla squadra di Cioffi per reggere il confronto nelle quote: il riscatto dell’Inter paga 1,53, ed è nettamente più basso rispetto al 4,50 per il pareggio e al 5,75 per la vittoria dei friulani. L’Over a 1,63 è più in basso dell’Under a 2,15, complice anche il grande momento di Deulofeu: stesso trend per il Goal a 1,70 che parte avanti rispetto al No Goal a 2,05.  

Champions da blindare – È stata una settimana complicata per il Napoli, quella che ha seguito la sconfitta di Empoli che ha probabilmente spezzato il sogno scudetto di Spalletti: agli azzurri, pronti a ricevere al Maradona il Sassuolo, resta da blindare il terzo posto dall’attacco della Juventus. La vittoria contro gli emiliani non è una missione impossibile, tutt’altro con l’ «1» a 1,45. Ancora più bassa la quota per quello dei bianconeri, che domenica alle 12.30 ricevono un Venezia in grave crisi e che si è affidato a Soncin al posto dell’esonerato Zanetti per provare a evitare la retrocessione. L’1,19 legato all’«1» dei bianconeri è la quota più bassa del 35° turno di Serie A. Dietro i primi quattro posti, favorite anche la Roma (a 1,45 col Bologna) e la Lazio (a 1,65 in casa dello Spezia). 

Derby della paura – In coda, vale tanto il derby della Lanterna tra Sampdoria e Genoa, con in palio tre punti pesantissimi per la salvezza. L’equilibrio è praticamente totale: blucerchiati a 2,75, rossoblù a 2,65, con il pareggio a 3,20. Ad aprire la giornata, sabato alle 15, sarà Cagliari-Verona («1» a 2,45); a chiuderla, Atalanta-Salernitana. Un’altra impresa dei campani a 10.