Il calcio è uno degli sport più diffusi, e tanto diffuse sono anche le scommesse sportive sugli eventi calcistici. La passione che lega i vari tifosi alla propria squadra è spesso inscindibile da quella per le scommesse stesse. Vi è gente che scommette esclusivamente per vincere denaro, ma anche gente che effettua scommesse soltanto per provare l’ebbrezza del rischio. Questo ultimo fattore, quello del rischio è molto importante, infatti è bene che prima di effettuare un qualsiasi tipo di scommessa vi sia uno studio approfondito ed accurato della partita e della squadra su cui si intende puntare, nonché di tutte le variabili e ipotesi che possono verificarsi.

Advertisement

Scommettere in un evento calcistico non è semplice, vi sono infinite modalità di scommessa ed infinite variabili da tenere a mente.

Per chi si affaccia per la prima volta sul mondo del betting sicuramente si avvicinerà alla classica e notissima scommessa 1X2.

E’ considerata una delle più semplici modalità di scommessa in quanto ciò che si deve fare è prevedere l’esito finale della partita in termini di vittoria o pareggio, senza altre particolari variabili o condizioni.

In ogni caso parlando di 1-X-2, essi significano che:

  • 1: la squadra che gioca in casa vincerà la partita;
  • 2: la squadra ospitante vincerà la partita;
  • X: la partita terminerà con un pareggio.

Essendo le scommesse basate su un sistema a quote, quelle che prevedono una percentuale di vittoria maggiore offriranno ovviamente vincite potenziali minori. Inoltre è possibile anche effettuare la cosiddetta puntata 1-X-2 a doppia chance. Questo sistema è utile quando si è insicuri sull’andamento di una gara e piuttosto sicuri invece sull’intera schedina. In questo modo, si avranno meno possibilità di sbagliare ma bisogna sapere che la vincita potenziale di una puntata a doppia chance è molto bassa.

Accessoria alla scommessa 1-X-2 è anche la dicitura handicap con la quale è possibile aumentare la vincita potenziale. Questo sistema permette non solo di scegliere la squadra che si crede vincerà, ma che lo farà anche con un certo numero di goal di scarto.

Scommettere efficacemente

E’ noto che le scommesse calcistiche funzionino su una base di quote, basate su calcoli matematici che prevedono la divisione della quota per 1 e poi la moltiplicazione per 100 al fine di individuare la percentuale di vittoria implicita. Questo calcolo però spesso non basta, in quanto imprevisti e variabili da tenere in considerazione sono sempre dietro l’angolo. Molto importante prima di scommettere è effettuare un approfondito studio della squadra e del match che si affronterà. Questo in quanto non è possibile ridurre tutto a numeri: è importante la forza individuale della squadra ma anche la condizione dei giocatori, gli infortuni e le espulsioni nonché la tipologia di campo sul quale si disputerà il match.

Alla base di questo tipo di scommesse vi è una differenza marcata nelle quote assegnate ad ogni valore. Statisticamente la casa che gioca in casa tende a vincere di più e dunque ad avere una quota più bassa. Gli scommettitori però sanno che questo sono appunto solo tendenze e dunque bisogna prendere queste informazioni con le pinze. La percentuale di vittoria su ogni valore sono di circa il 33% ma che tende a salire come detto prima, se si aggiunge ad esempio la doppia chance. In realtà di queste possibilità accessorie ve ne sono tantissime ma sono sempre da considerare nella loro individualità, tenendo a mente che l’andamento della partita può far salire o scendere notevolmente queste percentuali. Questo è uno dei motivi per le quali oggi sono molto diffuse le scommesse online,le quali permettono di osservare in diretta l’andamento del match e offrono la possibilità di effettuare puntata all’ultimo minuto.