sisalpay
Print Friendly, PDF & Email

SisalPay, il brand dei servizi di pagamento del Gruppo Sisal, annuncia la nascita di Bill, il nuovo sistema di pagamenti digitali che punta a diventare il “portafoglio” virtuale degli italiani.

Attraverso il nuovo prodotto, il Gruppo guidato da Emilio Petrone entra dunque nel mercato dei pagamenti digitali e degli scambi di denaro peer to peer (P2P), forte della propria solidità, esperienza e conoscenza del consumatore, con una base di oltre 13 milioni di italiani che già oggi utilizzano i canali di pagamento SisalPay su una rete di oltre 40.000 punti vendita capillarmente distribuiti in Italia.

Sicuro, comodo e veloce, con Bill è possibile acquistare qualsiasi tipo di prodotto presso tutti gli esercizi convenzionati e scambiare denaro P2P con un semplice click. Bill è completamente gratuito per i consumatori e offre un modello tariffario per l’esercente estremamente semplice e a costi più convenienti dei tradizionali strumenti cashless presenti sul mercato.

Bill sarà attivo negli oltre 40.000 punti vendita SisalPay entro la fine dell’anno e l’attività commerciale, già in corso, punta ad ampliare rapidamente la rete di accettazione ad altre categorie merceologiche e grandi catene. Bill ha l’ambizione di raggiungere tutti i cittadini che posseggono uno smartphone ed essere il valido e sicuro sostituto del portafoglio. Bill è infatti sinonimo di sicurezza: uno strumento che riflette i massimi standard di sicurezza e rispetto della privacy, in linea con le disposizioni dell’Autorità Bancaria Europea.

Bill nasce da 10 mesi di lavoro e passione di una startup interna a SisalPay, nata nell’autunno dello scorso anno e guidata da Monica Del Naja, Head of Digital Payments di SisalPay, a diretto riporto del Responsabile Payments and Services del Gruppo Sisal, Francesco Maldari. Del team fanno parte venti giovani talenti, con competenze e background eterogenei, molti dei quali assunti grazie agli investimenti di Sisal Group nel 2017.

SisalPay è protagonista del processo di transizione al cashless dell’Italia: già oggi, attraverso il proprio canale di oltre 40.000 punti vendita, oltre il 20% di operazioni di pagamento è tramite moneta elettronica. Un risultato reso possibile dai costanti investimenti sull’asset strategico della rete per i servizi, che hanno permesso una crescita nel tempo non solo numerica, ma anche tecnologica. Solo nel 2017 sono stati stanziati oltre 20 milioni di euro per innovare il canale dei punti vendita al servizio dei cittadini e rafforzare l’ecosistema dei servizi offerti dal brand SisalPay.

Con l’obiettivo di continuare ad accompagnare gli italiani verso nuove esperienze di pagamento innovative, da sempre SisalPay propone un modello che coniuga in modo efficace il digitale con il fisico. Tale caratteristica rimane in Bill, la prima piattaforma di digital payment che è possibile ricaricare anche in contanti presso gli esercenti SisalPay, rappresentando il primo modello di proximity banking digitale in Italia, per facilitare il processo di transizione dall’uso del contante a strumenti cashless. Bill offre la possibilità di trasferire denaro direttamente sul proprio conto corrente in modo tracciato e sicuro, aprendo di fatto oltre 40.000 “sportelli bancari di prossimità”, in un momento in cui si verifica una contrazione dell’offerta retail delle banche.

Bill è la nuova App di pagamento che rientra in un percorso di evoluzione digitale dell’azienda, a supporto della crescente esigenza di pagare in modo smart e sicuro. Si tratta di un tassello cruciale di una strategia che garantirà nel tempo lo sviluppo di nuove soluzioni, funzioni e servizi a valore aggiunto, per guidare il futuro digitale del mercato, al servizio dei clienti e degli esercenti. SisalPay entra così in una industry in cui punta a investire ulteriormente nei prossimi anni, in termini di persone e di tecnologia, rispondendo alle esigenze dell’oggi e intercettando i trend del domani.

Commenta su Facebook