I gestori degli apparecchi da intrattenimento ‘incrociano’ il vicepremier Luigi Di Maio nei pressi di Montecitorio, a pochi minuti dalla conferenza stampa che gli stessi hanno tenuto per illustrare le ragioni della protesta di ieri a Roma.

Alla richiesta di un incontro Di Maio ha risposto di non avere tempo. Poi uno dei presenti ha ricordato al vicepremier che con le scelte del governo si stanno distruggendo 300mila famiglie. Di Maio risponde, andandosene, ”Va benissimo“.