Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – «Un grande successo – dichiara il Sindaco di Seregno (MB) Edoardo Mazza, Comune capofila – che ci spinge a lavorare con ancora più convinzione per combattere la piaga sociale della ludopatia, schierandoci in maniera forte e decisa per contrastare il gioco d’azzardo patologico».

Il progetto seregnese di contrasto alla ludopatia è stato finanziato con 30.000 euro all’interno dei 91 progetti approvati da Regione Lombardia ed è risultato tra i 22 che hanno ottenuto il massimo del finanziamento regionale previsto dal bando. Il secondo progetto per punteggio, a conferma della qualità della proposta.

«Sono orgogliosa – dichiara Ilaria Anna Cerqua, Assessore ai servizi sociali del Comune di Seregno nonché Presidente dell’Ambito territoriale- di vedere come l’amministrazione Seregnese, in rete con gli altri Comuni ed il terzo settore abbiano risposto con idee concrete di contrasto al gioco d’azzardo patologico per fermare quella che può essere definita una delle nuove droghe del terzo millennio».

Regione Lombardia attraverso il Bando regionale per il contrasto al gioco d’azzardo patologico finanzia il progetto con un contributo di 30.000 euro, il cui budget complessivo per la realizzazione delle azioni previste è di 46.000 euro, risorse disponibili grazie al forte partenariato costituitosi con il terzo settore.

Gli ambiti di azione previsti sono: informazione e comunicazione, formazione, ascolto e orientamento mappatura e contestuale azione di controllo, azioni no slot, controllo e vigilanza, ricerca, un impegno dunque a 360 gradi in tutte le direzioni, attraverso la collaborazione con l’Assessore alla Sicurezza Giacinto Mariani e l’Assessore al Commercio Gabriella Cadorin.

Oltre al Comune di Seregno e agli altri comuni dell’Ambito vi è il partenariato di ATS Brianza e ASST Vimercate e di alcune realtà del terzo settore.

Commenta su Facebook