L’Associazione Nuovo Galoppo Italia scrive al Ministro Teresa Bellanova. «Purtroppo in occasione degli incontri organizzati dal Ministero con le associazioni che rappresentano le specialità del Galoppo piano ed ostacoli – commenta Giuseppe Satalia – la Nuovo Galoppo Italia non è stata invitata e dunque non abbiamo avuto la possibilità di esternare le nostre considerazioni in merito agli argomenti tecnici trattati negli incontri.

Advertisement
Giungono voci circa la possibile riduzione delle giornate di corse in considerazione di una decurtazione del montepremi, di cinque milioni di euro, dovuta all’introduzione, da parte del Ministro Centinaio, di un incremento del sovrappremio del cavallo italiano. Già a suo tempo Nuovo Galoppo Italia aveva rappresentato la preoccupazione che tale maggiorazione avrebbe potuto comportare una contrazione del numero di corse.
Oggi sembra che nel 2020 avremo circa 70 giornate di corse in meno rispetto al 2019.
Anche a fronte di tale situazione sono a richiedere un incontro per affrontare le tematice in oggetto».