Iniziato ieri in Aula alla Camera l’esame della legge di Bilancio. Con l’occasione il relatore Raphael Raduzzi, illustrando il provvedimento, si è soffermato anche sulle misure in materia di giochi.

Tra queste in particolare “l’incremento dello 0,5 per cento del prelievo erariale unico, applicabile agli apparecchi da divertimento e intrattenimento idonei per il gioco lecito”. E ancora, “in sede referente sono state prorogate alcune vigenti concessioni ed è stato allungato al 31 dicembre 2019 il termine entro il quale non possono più essere rilasciati nulla osta per i vecchi apparecchi con vincita in denaro, new slots, per i quali è slittato, al 31 dicembre 2020, anche il termine di dismissione”.

Commenta su Facebook