Rendere l’ippica un settore centrale anche nella sua definizion è una delle linee programmatiche del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. “L’ippica non è uno sport, è spettacolo, mai l’avrei immaginato. Spero si possa definire presto come sport associato”, ha detto il ministro Francesco Lollobrigida (nella foto) in audizione sulle linee programmatiche del suo dicastero. “Il settore negli ultimi 20 anni non si è evoluto per niente. Un tempo portava allo Stato enormi risorse tramite le scommesse e ha perso competitività in questo campo ma è tempo di proporre una ridefinizione. Anche i 43 ippodromi sul territorio nazionale, i fantini e i driver italiani, quesi ultimi tra migliori al mondo, vanno reinseriti in un tessuto sociale e produttivo e resi centrali”, ha concluso il ministro dell’Agricoltura.

Articolo precedenteRoma, domani il convegno “Gioco di Stato: il ruolo del gestore e la futura messa in sicurezza del settore”
Articolo successivoADM, lotteria degli scontrini: in Umbria 100 vincite per oltre 1,5 milioni di euro, l’ultima “unisce” Perugia a Palermo