“L’ippica torna finalmente a correre. L’epidemia Covid-19, però, non ha bloccato il progetto di riforma che stiamo portando al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Grazie all’introduzione di semplificazioni e di processi informatizzati si punta a ridurre sensibilmente i tempi medi di lavorazione e della successiva liquidazione dei premi relativi alle corse ippiche”.

Così il sottosegretario al Mipaaf con delega all’ippica, Giuseppe L’Abbate (nella foto). “Abbiamo iniziato con i premi con fatture del mese di gennaio 2020 sinora pagati a 130-140 giorni in media e che, attraverso il nuovo sistema, si mira ad erogare in 90-100 giorni. La fase successiva riguarderà la razionalizzazione dell’anagrafica e del database degli operatori per poi passare ai premi senza fattura che partiranno non appena ricominceranno le corse.
Per sciogliere qualsiasi dubbio sulla nuova procedura sarà possibile rivolgere i quesiti alla casella di posta elettronica dedicata [email protected] Viva l’ippica!”.