In merito all’interrogazione riguardante “iniziative urgenti per recuperare il ritardo accumulato nel pagamento dei premi nelle competizioni ippiche” la prima firmataria di Italia Viva, Maria Chiara Gadda (nella foto) si è dichiarata solo parzialmente soddisfatta della risposta fornita dal sottosegretario al Mipaaf con delega all’ippica, Francesco Battistoni. Evidenziando, in particolare, “la necessità di interventi urgenti sul versante organizzativo e del coordinamento del sistema dei pagamenti al fine di assicurare la massima celerità per il pagamento di premi che riguardano il 2020”. Non ha giudicato pertanto “idonea allo scopo la tempistica indicata dal Governo in questa sede, sottolineando altresì l’opportunità di porre in essere una radicale riforma del settore ippico”. Auspicando quindi “la massima collaborazione da parte del governo per uno sforzo ulteriore al fine di poter garantire risposte immediate agli operatori del settore duramente colpito dalla pandemia che ha certamente aggravato lo stato di solvibilità delle aziende”.