Fumio Kishida, il premier giapponese, si è detto totalmente contrario alla possibile legalizzazione del gioco d’azzardo online durante un intervento alla Camera bassa della Dieta.

Dall’opposizione parlamentare è stato chiesto a Kishida di esprimersi in merito al fatto che l’attività di casinò online in Giappone sarebbe aumentata da un centinaio di siti nel 2014 a quasi 500 nel 2020 e che oltre 2 milioni di giapponesi avrebbero già utilizzato servizi di gioco online attraverso portali offshore, particolarmente legati alle scommesse sulle corse di cavalli.

Nonostante questo rapporto di dati, Fumio Kishida ha respinto il mancato controllo di questi portali illegali. Tuttavia, i cittadini che utilizzano questi servizi illegali userebbero depositi di pagamento e prelievi di fondi per operare sui siti web.

Articolo precedenteLotto e 10eLotto: ecco le vincite del 7 giugno
Articolo successivoPietrapertosa (PZ): venerdì “Conferenza regionale degli esercizi de-slottizzati”