“Commercio al dettaglio di altri prodotti (esclusi quelli di seconda mano) in esercizi specializzati; trasporto marittimo e costiero di passeggeri; attività di postproduzione cinematografica, di video e di programmi televisivi; attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi; attività di registrazione sonora e dell’editoria musicale; traduzione e interpretariato; attività creative, artistiche e d’intrattenimento; attività riguardanti scommesse e case da gioco”. Questi i settori interessati dalla sovvenzione diretta del Governo francese dal valore di 90 milioni di euro pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, con riferimento all'”autorizzazione degli aiuti di Stato ai sensi degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea – Casi contro i quali la Commissione non solleva obiezioni”.

Il provvedimento è stato voluto dal Ministero del Lavoro per rimediare a un “grave turbamento dell’economia” in seguito alla pandemia Covid-19.