“Una misura di tal genere non tiene conto delle numerose problematicità che si possono incontrare all’interno dei nuclei familiari, scatenando dinamiche inaccettabili, soprattutto quando siano presenti casi di disagio sociale, legati per esempio al gioco d’azzardo o alla tossicodipendenza. Auspico, pertanto, che l’emendamento Rostan 2.54 sia preso seriamente in considerazione dai colleghi della maggioranza del Governo, non potendosi ignorare una tematica di tale rilievo”.

Lo ha detto Elena Carnevali (Pd) in Commissioni riunite XI e XII nell’ambito dell’esame del disegno di legge su reddito di cittadinanza e pensioni, commentando l’emendamento 2.54 Rostan (LeU), poi respinto.

Commenta su Facebook