Salvatore Marino è il nuovo volto della piattaforma di gioco per conquistare nuovi mercati con tecnologie innovative, basate sul cloud. Dal 25 novembre ha assunto la responsabilità di Chief commercial officer.
Ha bruciato le tappe e in meno di 10 anni ha accumulato un’esperienza internazionale di tutto rispetto nel settore specifico del betting, operando sia nel B2c che nei servizi B2B. Oggi, con in tasca un Mba ottenuto a Cambridge, Salvatore Marino si trova a guidare un programma di sviluppo commerciale sui principali mercati regolamentati del mondo. Il suo debutto con InPlayNet a Sigma (27-30 novembre), l’evento che ha riunito a Malta il mondo del gaming più innovativo, dove si è presentato come Cco, Chief commercial officer, dell’azienda tedesca che lo ha voluto anche nel consiglio d’amministrazione.

“A che serve accumulare esperienza se non ad affrontare sfide più impegnative?”.
Così risponde a chi gli chiede perché ha scelto di salire a bordo di InplayNet dopo aver lavorato, gli ultimi tre anni, con una società già presente in tutto il mondo.

“Con quest’azienda, sento di avere molto in comune: entrambi abbiamo l’energia dei giovani ma conosciamo già il mercato nel quale vogliamo crescere. Ho trovato grandi competenze tecniche e una tecnologia veramente all’avanguardia. Dal canto mio, sto organizzando una rete commerciale in grado di affrontare ogni mercato: da quelli maturi a quelli che solo ora stanno per adottare una regolamentazione, come la Svezia”.

Elias Yldirim, general manager di InPlayNet, si è detto felice di accoglierlo nella sua squadra: “Mi aspetto di vedere presto grandi risultati sui mercati sia europeo che statunitense grazie all’esperienza e il gran talento che Salvatore sta portando in azienda”.

Per la sua squadra, Marino ha scelto non solo persone esperte nel settore dell’iGaming ma anche professionisti che vengono da settori più innovativi come l’e-commerce.

InPlayNet ha appena aperto i suoi nuovi uffici commerciali a Malta. Ma gli oltre 200 dipendenti della società sono distribuiti tra la sede di Francoforte, dove l’azienda è nata, e Londra. Un esercito di tecnici che per tre anni sono stati impegnati a sviluppare un software in grado di offrire l’esperienza di gioco su qualsiasi device e con qualsiasi browser: dal classico pc al tablet allo smartphone, con qualsiasi sistema operativo.

“Mi sono dato tempi brevi e fin da subito sarò impegnato sulle principali giurisdizioni europee. Oltre a Malta, anche Uk, Spagna e Scandinavia. Quella di InPlayNet è una piattaforma vincente per le caratteristiche tecniche innovative e per la formula commerciale che abbiamo messo a punto. Siamo molto focalizzati sull’attività di sports betting, ma la piattaforma offre l’intera gamma di giochi da casinò. Si tratta di una turnkey solution, una piattaforma completa che un operatore può adottare in tempi rapidi, con tutti i vertical di cui ogni operatore necessita nel proprio mercato di riferimento”.

“La mia è una scommessa” conclude Marino “e so che la vincerò entro un anno o due”.

Commenta su Facebook