La Corte di Giustizia Europea ha respinto un ricorso di una società di giochi da casinò e online contro per mancata registrazione di un marchio.

ll Tribunale europeo ha confermato una sentenza della quarta commissione sul ricorso presentato all’Ufficio europeo della proprietà intellettuale (EUIPO) per la quale il marchio depositato da Zitro mancava di carattere distintivo.

Zitro ha presentato la richiesta di registrazione di un marchio per le classi 9, 28 e 41 di contenente le parole “Pick & Win Multislot” su sfondo nero. ‘Pick’ è stato scritto con un carattere grassetto arancione e giallo con un segno bianco ‘&’ nella curva della ‘c’. ‘Win’ appare in grassetto bianco e ‘multislot’ sotto questo in un font giallo.

I prodotti e i servizi coperti dal marchio richiesto riguardano slot machine, macchine da gioco per sale giochi, terminali di scommesse e servizi di giochi online.

Nel ricorso alla corte Zitro ha dichiarato che l’EUIPO, l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale incaricato di gestire i marchi dell’Unione europea e i disegni e modelli comunitari registrati, ha commesso un errore nella sua decisione e che il termine “vincere” nel  marchio per cui ha richiesto la registrazione non sarebbe stato percepito come una qualità positiva per i beni e i servizi che copre.

Ma il Tribunale ha confermato il giudizio dell’EUIPO secondo cui il pubblico avrebbe “immediatamente” percepito il marchio come un messaggio promozionale che evidenzia le qualità positive dei prodotti e servizi coperti dal marchio.

La corte ha anche rilevato che il marchio richiesto non era abbastanza distintivo da lasciare un’impronta duratura nella mente del consumatore.

Inoltre, il Tribunale ha affermato che gli elementi denominativi contenuti nel marchio richiesto non avevano carattere distintivo.

Ha affermato che il marchio “non è in grado di differenziare l’origine commerciale dei servizi merci” da esso coperti, da quelli offerti dai concorrenti di Zitro.