Domenica 8 maggio collegamento in diretta dalle ore 14:10 con dieci telecamere e il drone per catturare ogni emozione della prova di trotto dedicata al giornalista Gianni Campili

EQUtv, l’emittente televisiva del Mipaaf, seguirà in ‘diretta’ il Gran Premio Freccia d’Europa – Trofeo Gianni Campili all’ippodromo di Agnano a Napoli, in programma nel pomeriggio di domenica 8 maggio 2022.  

Per l’occasione, EQUtv è pronta a scendere in pista con dieci telecamere, compreso il drone, e quattro giornalisti che accoglieranno gli ospiti presenti all’ippodromo partenopeo nel consueto salottino allestito a bordo pista.  

Questo consente a EQUtv di realizzare live uniche che accompagnano il telespettatore in un lungo pomeriggio di corse e vivere insieme la bellezza dell’ippodromo, celebrando il gesto sportivo di un campione: il cavallo. 

Il programma prevede la prova di Gruppo 1 internazionale per cavalli anziani di ogni Paese sulla distanza di 1600 metri per un montepremi di 154.000 euro, questo Gp fa parte del calendario primaverile nazionale che, a Napoli, è considerato uno degli eventi più attesi della stagione del trotto; inoltre, sempre nella stessa giornata ad Agnano, sono di scena anche i Premi “Regione Campania” per maschi e per femmine, un Gruppo 2 per cavalli europei di 4 anni che si misurano sulla distanza di 2100 metri, con un montepremi ciascuno di 66.000 euro. 

EQUtv (canale 151 del digitale terrestre, 220 di Sky e 51 di tivùsat) è pronta a raccontare, rigorosamente in diretta, ogni minuto della giornata a partire dalle ore 14 con l’anteprima delle corse e poi con la diretta sulla pista dalle 14:30 sino a conclusione dell’evento. “Napoli è una piazza stupenda e molto calorosa quando si parla di trotto e di Agnano – sottolinea il direttore editoriale di EQUtv, Giovanni Bruno –. La nostra squadra è ben felice di testimoniare una giornata che si concentra sul Gran Premio Freccia d’Europa, prova ricca di spunti e, di sicuro, con una scenografia di pubblico molto appassionato a bordo pista. E non saranno da meno i nostri telespettatori da casa…”.